SANITA'

Chiodi: «sanità abruzzese promossa e 5 ospedali in arrivo»

Paolucci: «le solite promesse elettorali da cinque anni»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3478

Chiodi: «sanità abruzzese promossa e 5 ospedali in arrivo»




ABRUZZO. Due notizie sanitarie hanno riempito ieri la giornata politica del presidente Chiodi: una è la “promozione” dell’Abruzzo (insieme solo alla Sicilia) per il rispetto dei Piani di rientro dai debiti, come è emerso dal Tavolo tecnico di monitoraggio per la verifica degli adempimenti regionali e dal Comitato permanente per la verifica dei Lea. Questa valutazione positiva è pubblicata on line sul sito del Ministero della Salute e sulla stampa specializzata.
«Insomma l’Abruzzo - ha commentato Chiodi - viene messo in luce ancora una volta come una delle regioni virtuose che è riuscita ad invertire la tendenza. Il benessere dei conti è un dato ormai certo: deficit azzerato e conti in equilibrio per la prima volta nella storia dell’Abruzzo ci danno la possibilità oggi di essere annoverati ai primi posti di questa classifica. Dunque l’Abruzzo si presenta più forte e vincente dopo un’azione profonda di risanamento e un riequilibrio dei conti della sanità».
 C’è però ancora molto da lavorare – si legge nella promozione - sulla ricalibratura della rete ospedaliera, sui risparmi derivanti dalla riconversione di strutture di cura, sulla rete di cure palliative e terapia del dolore e sulle politiche del personale, oltre che su riorganizzazione dei punti nascita, deospedalizzazione, emergenza-urgenza, assistenza extra-ospedaliera e prevenzione oncologica.

CHIODI: «OK DEL CIPE A 5 NUOVI OSPEDALI»
La seconda notizia è la comunicazione del presidente nel corso dell’inaugurazione del nuovo centro di Senologia di Raiano: «Il nucleo di valutazione degli investimenti pubblici del Cipe ha dato una valutazione positiva per la realizzazione di cinque nuovi ospedali nella regione: Sulmona, Avezzano, Lanciano, Vasto e Giulianova».
«È un risultato importante - ha detto Chiodi - in quanto il nucleo di valutazione è entrato nel merito del progetto stesso, definendo l’idea che noi abbiamo dei nuovi ospedali in grado di aumentare la qualità dei servizi sanitari con una sensibile riduzione dei costi di gestione».
 Parlando dell’ospedale di Sulmona Chiodi ha quindi precisato che «sarà una struttura moderna, al passo coi tempi e con i costi sotto controllo».
 Il che dovrebbe servire a chiudere l’accordo di programma e lo stanziamento delle risorse.
Paolucci, Pd: «è solo propaganda elettorale»
Contro la politica dell’annuncio e della propaganda elettorale a spese degli abruzzesi, insorge Silvio Paolucci, segretario regionale Pd: «dopo più di cinque anni di: liste d’attesa lunghissime, chiusure di ospedali, servizi e reparti, ridimensionamento della sanità pubblica territoriale, umiliazione del diritto alla partecipazione, promesse di costruzioni dei nuovi ospedali, ora Chiodi ricomincia da dove ci aveva lasciato 5 anni e 6 mesi fa: promette nuovamente la realizzazione dei nuovo ospedali, come già aveva fatto nel 2008 e nel corso di tutta la sua lunga legislatura, precisando ovviamente che vanno cercate le coperture finanziarie. La nuova politica di Chiodi si chiude con la riesumazione di metodi vecchi e clientelari».
«Cinque anni e mezzo di vuoto non si annulleranno con qualche rinnovata promessa – conclude il segretario Pd – e Chiodi non pensi di ingannare nuovamente gli abruzzesi. Mai nessuno ha avuto poteri come lui in Abruzzo nella sanità: risponderà per il tanto che non ha fatto, per le tante occasioni mancate e per il peggioramento vertiginoso dei servizi. Gli abruzzesi sono più intelligenti di quanto Chiodi creda. Fra poche settimane inizierà il nuovo Abruzzo».

s. c.