TUTTI AL MARE

Abruzzo, l’8 marzo inizia la stagione balneare

I concessionari dovranno garantire la loro attività dal 1° luglio al 31 agosto

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4176

MARE SPIAGGIA STABILIMENTI




ABRUZZO. Possono partire oggi in tutta la regione le attività preparatorie e di allestimento delle aree in concessione e delle spiagge libere.
E’ quanto sancito nell’ordinanza balneare del 27 febbraio scorso che, come ogni anni, ribadisce le disposizioni a cui devono attenersi bagnanti e concessionari.
Entro il 31 maggio tutto dovrà essere pronto e le strutture mobili e le attrezzature belneari potranno restare sulle spiagge fino al prossimo 15 novembre. Dall’8 marzo fino al 26 ottobre agli stabilimenti è consentita l’apertura al pubblico per l’elioterapia e dal 1° giugno al 7 settembre ci sarà la vera e propria attività di balneazione. I concessionari dovranno garantire la loro attività almeno dal 1° luglio al 31 agosto.
Sulle spiagge e nelle acque riservate alla balneazione è vietato, stabilisce l’ordinanza, occupare la fascia di 5 metri dalla battigia e dello specchio acqueo antistante la postazione di salvataggio che diventa un corridoio per le imbarcazioni di soccorso e che deve essere lasciata libera in ogni caso «per assicurare il più rapido soccorso ai bagnanti».
E’ vietato utilizzare le attrezzature balneari dopo il tramonto, senza il consenso del concessionario, così come è vietato giocare con il pallone o i racchettoni se non nelle aree attrezzate. E’ vietato anche esercitare attività commerciali o pubblicità tramite manifesti o velivoli, lasciare oltre l’orario del tramonto nei tratti di spiaggia libera ombrelloni, lettini, sdraio e sedie.
Dall’1 giugno al 7 settembre devono bloccarsi anche le opere in difesa della costa, dai ripascimenti al dragaggio.
I concessionari dovranno provvedere alla pulizia delle spiagge ma non utilizzare mezzi meccanici dalle 9.30 alle 18.30. Dovrà essere assicurato il libero e gratuito accesso e transito per il raggiungimento della spiaggia. Per quanto riguarda gli animali i Comuni, nelle aree destinate a spiaggia libera, possono individuare con una apposita ordinanza zone dove è concesso l’accesso con cani e gatti. Le aree devono essere dotate di accesso indipendente.
I titolari degli stabilimenti possono consentire l’accesso degli animali di piccola taglia in regola con le vaccinazioni, sotto ad un ombrellone in zona retrostante per non disturbare gli altri utenti. Gli animali dovranno essere portati in braccio fino all’ombrellone assegnato e dovranno sempre essere tenuti al guinzaglio sotto all’ombrellone.


ABRUZZO ordinanza-balneare-2014