VOTATI

Consiglio Abruzzo: emendamento da 5,8 milioni per la Saga. «Aeroporto salvo»

Ricapitalizzata la società di gestione, superata così l’impugnativa

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2765

AEROPORTO RYANAIR





ABRUZZO. Il Consiglio regionale, nella seduta di martedì che si e' tenuta a Pescara, ha approvato il Rendiconto generale per l'esercizio 2011, che si e' chiuso con un avanzo di gestione di poco superiore al miliardo e 100 milioni di euro.
Via libera anche alle modifiche al Regolamento interno e alle modifiche alla norma che prevede misure di sostegno al comparto turistico. All'interno della legge, è stato inserito un emendamento presentato dal capogruppo di Forza Italia, Lorenzo Sospiri, che destina 5 milioni e 800mila euro alla ricapitalizzazione della Saga, la società che gestisce l'aeroporto d'Abruzzo.
Secondo Sospiri con questo emendamento si «supera il problema dell’impugnativa del governo italiano e dell’Ue che hanno bloccato i soldi ritenendoli aiuti di Stato».
Il riferimento è all'impugnativa di inizio febbraio, da parte del Governo Letta, della norma con cui la Regione avrebbe dovuto finanziare per 5 milioni 573 mila euro il Piano marketing 2013 della Saga, società che gestisce lo scalo.
Non è la prima volta che accade in quanto su impugnativa del governo la Corte Costituzionale, con sentenza n. 69/2013, aveva già dichiarato incostituzionale un'analoga norma («è un aiuto di Stato») della stessa Regione Abruzzo con la quale si disponeva un identico finanziamento a favore della Società Saga SpA. 

In particolare, il provvedimento ha dato il via libera alla ricostituzione del capitale sociale della Saga, facendo fronte alla situazione di particolare emergenza finanziaria in cui si trova la società, partecipata dalla Regione Abruzzo nella misura del 42,50 per cento del capitale sociale. «L'importo immediatamente erogabile - spiegano Sospiri e Mascia - è pari a 2milioni 539mila euro, somma determinata applicando tale percentuale all'ammontare totale delle perdite come risultati dalla bozza del bilancio di esercizio al 31 dicembre 2013». La Regione Abruzzo scriverà adesso a tutti gli altri soci, Comune compreso, per chiedere a tutti di partecipare, ciascuno per quanto di propria competenza, alla ricapitalizzazione, «pronti però a esercitare il diritto di prelazione nell'ipotesi di non sottoscrizione da parte degli altri soci delle quote corrispondenti alla partecipazione al capitale sociale sino alla copertura complessiva delle perdita». «Ovviamente - dice Mascia - anche l'amministrazione comunale è pronta a sostenere la Saga e le sue attività, convinti della rilevanza di uno scalo oggi di assoluto rilievo sul territorio nazionale».
«In questo modo abbiamo garantito il sostegno e il proseguimento dell'attività dell'aeroporto di Pescara», ha commentato la consigliera regionale di Fratelli d'Italia, Alessandra Petri, a margine dei lavori dell'Assemblea regionale. «L'emendamento aggiunge l'esponente di Fratelli d'Italia consente alla Saga di non interrompere i servizi aeroportuali e continuare con il progetto di crescita e valorizzazione dello scalo pescarese».
Ieri l’ultimo grido dall’arme dei sindacati che hanno dichiarato lo stato di agitazione e preannunciato azioni, da portare avanti a breve, che potrebbero arrivare «al blocco delle attività aeroportuali». Nei giorni scorsi la Cna ha denunciato «una certa dose di improvvisazione» e chiesto alla Regione di sbloccare i 5 milioni necessari per la sopravvivenza dello scalo. 

Sempre martedì il Consiglio regionale ha approvato gli adeguamenti alla legge regionale sulla protezione dell'ambiente, decontaminazione, smaltimento e bonifica dall'amianto, così da renderla rispondente a quanto previsto dalla normativa statale. E' stata inoltre modificata la disciplina dei proventi delle sanzioni in materia di sicurezza e igiene sui luoghi di lavoro, che d'ora in avanti dovranno essere destinati al potenziamento delle attivita' di prevenzione. Successivamente l'Aula ha proceduto alla sostituzione del Consigliere regionale Luigi De Fanis con Raffaele Tenaglia, primo dei non eletti della lista PdL in provincia di Chieti. 

Il Consiglio ha inoltre approvato una serie di risoluzioni: la prima per garantire ai pazienti affetti da malattie rare la fornitura periodica di farmaci e prestazioni; la seconda per chiedere un intervento sul Governo del Venezuela affinche' cessino le violente repressioni degli ultimi giorni. Il documento è stato presentato dal consigliere di Forza Italia Riccardo Chiavaroli ed è stato sottoscritto dal presidente del Consiglio, Nazario Pagano, e dai consiglieri Carlo Masci e Nicoletta Verì. La risoluzione è stata approvata a maggioranza, con il voto contrario di Acerbo, Saia, Caramanico e del gruppo Pd.
Sono state presentate altre due risoluzioni a sostegno delle strutture riabilitative San Domenico di Avezzano e La Dimora di Teramo; l'ultima riguarda, infine, l'invito alla Giunta regionale di procedere al reperimento di un contributo di 500mila euro da destinare all'Arit.