VATICINIO

Concorsi universitari, Vacca (M5S) ‘indovina’ 37 vincitori su 40

I nomi in una raccomandata inviata a gennaio

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

7195

Gianluca Vacca

Gianluca Vacca



ABRUZZO. «Ecco la lista dei vincitori del concorso universitario». E giù un elenco composta da 40 nomi.
La raccomandata è stata recapitata a dicembre al deputato abruzzese del Movimento 5 Stelle, Gianluca Vacca, componente della Commissione Cultura, Scienza e Istruzione.
Il concorso era quello di abilitazione scientifica nazionale alla prima e seconda fascia dei professori universitari in diritto costituzionale. Il 17 gennaio il deputato ha messo nero su bianco i nomi segnalati e ha fatto timbrare il foglio dall'ufficio postale per ‘congelare’ la data. Il 6 febbraio (quasi due mesi dopo aver ricevuto la segnalazione) sono usciti i risultati: «ebbene», racconta Vacca, «su 40 nomi segnalati ben 37 corrispondono. Tra questi c'è anche un collaboratore di un tale Giuliano Amato».
Il Movimento 5 Stelle sta preparando interrogazioni e interpellanze per chiedere spiegazioni al Ministro e un intervento urgente. «Crediamo che anche la magistratura debba intervenire immediatamente ed accertare quello che sta accadendo all'interno delle commissioni», spiega Vacca, «in una delle quali, ricordo, siede addirittura un ministro (Trigilia), come abbiamo denunciato già settimane fa».

Il Movimento 5 Stelle aveva infatti denunciato la presenza del ministro nonostante la legge sia chiara in materia. I pentastellati citano il Dpr 382 del 1980 che prevede la sospensione dal ruolo di docente universitario e, conseguentemente, da commissario concorsuale, quando sopravvenga una nomina politica parlamentare o governativa.
«Le baronie universitarie, spesso colluse con il mondo politico», chiude il deputato abruzzese, «sono uno degli ostacoli peggiori allo sviluppo di questo paese. Vanno eliminate, definitivamente».