PROGETTI

Abruzzo, 4 milioni di euro per la sicurezza stradale

Morra: «ridurre numero vittime e migliorare cultura sicurezza»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1419

Abruzzo, 4 milioni di euro per la sicurezza stradale







ABRUZZO. Messa in sicurezza di strade urbane ed extraurbane, manutenzioni programmate di moderazione dei flussi di traffico, riqualificazione di strade e piazze, creazione di percorsi pedonali e ciclabili, educazione stradale, centri di monitoraggio locale e rafforzamento degli uffici di polizia locale.
Si tratta degli interventi in corso di attuazione nell'ambito del Piano Nazionale della Sicurezza (PNSS), istituito con legge n. 144/1999. A tal proposito, la Regione Abruzzo è risultata destinataria di risorse finanziarie pari a 20 milioni 325 mila 372 euro, finalizzate all'attuazione di cinque programmi annuali che hanno visto coinvolte trentotto Amministrazioni Locali (Province e Comuni), singolarmente o raggruppate tra loro. Questa mattina, a Pescara, in Regione, durante una conferenza stampa, l'assessore ai Traporti, Giandonato Morra, affiancato dalla direttrice dell'assessorato, Carla Mannetti, e dalla dirigente, Flora Antonelli, ha illustrato gli esiti delle ultime tre annualità del Piano che ha previsto risorse per 4 milioni 323 mila 687 euro. 

«Un primo bando aveva presentato difficoltà tecniche e questa circostanza ci aveva consentito di cofinanziare progetti per soli 879 mila euro - rivela Morra -. Poi, però, grazie ad una costante interlocuzione con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, abbiamo riproposto un secondo bando che ha permesso di soddisfare anche le esigenze degli Enti locali esclusi inizialmente a causa di una interpretazione piuttosto rigida. Vorrei far notare - ha proseguito l'assessore - che il bando in questione ha premiato sia Comuni grandi che amministrazioni locali di piccole dimensioni senza che il loro colore politico abbia avuto una qualche incidenza nella valutazione. In molti casi, - ha concluso - si è rivelata vincente la scelta progettuale dei piccoli Comuni di presentare un proposta in forma associata visto che il problema della sicurezza stradale - ha sottolineato Morra - non si può certo ridurre ad una problematica di confini territoriali». L'iniziativa punta sostanzialmente ad una riduzione del numero di incidenti stradali e, conseguentemente, delle vittime degli stessi, a promuovere una maggiore consapevolezza della convenienza economica ad investire in sicurezza stradale sia per lo Stato, sia per le imprese, a fondare su questa maggiore consapevolezza un progressivo incremento degli investimenti in sicurezza stradale da parte di tutti i soggetti a vario titolo coinvolti e ad indicare i campi di intervento e i tipi di azione più efficienti e più efficaci.
La graduatoria di questo bando verrà publicata sul BURAT e sul sito della Direzione Trasporti il prossimo 5 febbraio. In ogni caso, sono queste le amministrazioni coinvolte nell'attuazione dei programmi (terza, quarta e quinta annulaità): Comune di Avezzano, Città di Pescara, Comune di Atessa, Comune di Castellalto, Città di Francavilla al Mare (capofila dei Comuni di Francavilla al Mare - Ripa Teatina - Torrevecchia Teatina), Comune di Carsoli, Provincia di Chieti, Comune di Roseto degli Abruzzi (capofila dei Comuni Roseto - Pineto - Atri - Silvi), Comune di Chieti, Comune di Lanciano, Comune di San Giovanni Teatino, Comune di Corropoli (capofila dei Comuni di Corropoli - Controguerra), Comune di Penne, Comune di Pianella, Comune di Tollo, Castel di Sangro (capofila dei Comuni di Castel di Sangro-Roccaraso-Ateleta) ed il Comune di Guardiagrele.