SANITA'

Caporossi, ex dg Asl di Lanciano, nominato manager a Latina

«Ha pesato molto nella nomina il buon risultato in Abruzzo»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2115

Caporossi, ex dg Asl di Lanciano, nominato manager a Latina

Caporossi




ABRUZZO. Michele Caporossi, il manager Asl di Lanciano Vasto estromesso per l’unificazione delle due Asl della provincia di Chieti, è stato nominato nuovo direttore generale della Asl di Latina.
Si tratta di una delle prime nomine del presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti che ha indicato i primi 13 direttori generali delle Aziende territoriali e ospedaliere disponibili. Michele Caporossi dopo l’esperienza a Lanciano era tornato nelle Marche dove ha ricoperto incarichi dirigenziali in diverse aziende sanitarie. Come aveva anticipato PrimaDaNoi.it, Caporossi aveva superato tutte le selezioni della Regione Lazio e si era piazzato nella graduatoria finale di 54 aspiranti idonei. In realtà – ma questo non era stato pubblicato - i colloqui e le prove attitudinali della selezione avevano prodotto anche una graduatoria di merito nella quale evidentemente l’ex manager di Lanciano si era ben posizionato, sembra che addirittura fosse nella fascia più alta tra i primi 10 in graduatoria.
Raggiunto telefonicamente, Caporossi ha ringraziato per l’attenzione alla sua carriera, ha espresso soddisfazione per l’incarico aggiungendo «che ritiene molto importante per questa nomina l’esperienza abruzzese – spiega con un po’ di nostalgia – ritengo infatti che abbiano pesato molto i risultati raggiunti a Lanciano in quel difficile momento. Ora c’è questa nuova sfida: la Asl di Latina è la più grande del Lazio e forse la più difficile, ma ce la metterò tutta come sempre e sono fiducioso di un buon risultato anche qui».

 Intanto alcuni dati della graduatoria del Lazio disegnano un identikit dei nuovi aspiranti dg del Lazio, che hanno un’età media compresa tra 65 e 54 anni,  mentre tra i primi 13 nominati ci sono 3 donne. Sono inoltre 4 i nuovi direttori generali che vengono da esperienze maturate in altre regioni.  Queste prime nomine vanno a riempire le caselle rimaste vuote, poiché  il mandato dei precedenti manager era scaduto.
«Al nuovo direttore generale della Asl di Latina – scrive in un messaggio Daniele Leone, che segue le vicende sanitarie e non solo dell’alto Vastese - va il nostro in bocca al lupo. Ai  cittadini di Latina diciamo di stare tranquilli perché hanno  un dg che qui da noi è riuscito a risanare le casse della Asl, senza tagliare alcun servizio, ma al contrario migliorandoli».


Sebastiano Calella