LA PROTESTA

Abruzzo. Trasporto, Sindacati: «marchette pre-elettorali nelle aziende abruzzesi»

Lettera di denuncia inviata al sindaco Morra

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1725

Abruzzo. Trasporto, Sindacati: «marchette pre-elettorali nelle aziende abruzzesi»

L'assessore Morra




ABRUZZO. E’ questa la denuncia dei sindacati Filt Cgil, Fit Cisl, Faisa Cisal e Ugl Autoferro che sostengono che proprio mentre la situazione emergenziale in cui versa l'Arpa, ha indotto il Consiglio Regionale ad autorizzare la concessione di un prestito ponte di 10 mln di euro per far fronte alla grave crisi economica/finanziaria dell’azienda, alla Gtm di Pescara si susseguano «inaccettabili sprechi e dissipazioni di risorse».
Con una nota dettagliata trasmessa all’Assessore Regionale ai trasporti Giandonato Morra, le segreterie provinciali in previsione dell’apposita riunione che la Direzione Regionale trasporti ha già convocato per il prossimo 15 gennaio, hanno elencato una prima serie di provvedimenti adottati in quest’ultimo periodo dal presidente della Gtm Michele Russo e assicurano: «si continuano a sperperare risorse e a generare gravi diseconomie per l’azienda regionale».
Le sigle sindacali puntano il dito contro il capitolo esternalizzazioni che costituirebbe «un elemento di assoluta gravità ma soprattutto un esempio di sconcertante incoerenza da parte di chi, e ci riferiamo al Presidente Russo, fino a qualche tempo fa paventava - anche ufficialmente a mezzo stampa - il rischio di esuberi in vista dell’annunciata costituzione della società unica regionale dei trasporti. E diventa ancora più paradossale se oggi in Gtm ad essere esternalizzate sono le attività amministrative legate proprio a quel settore impiegatizio per il quale – secondo lo stesso Russo – si potrebbero registrare i maggiori esuberi con la fusione delle tre aziende regionali».
Eppure esternalizzazioni e assunzioni stanno interessando proprio le attività amministrative. Risulta infatti ai sindacati (come peraltro confermato ufficialmente dal Presidente della Saga Spa) che la società regionale che gestisce l'Aeroporto d'Abruzzo avrebbe provveduto ad assumere per conto della Gtm, due operatori da assegnare ad un punto informativo dislocato all'interno dello scalo.
«Risulta altresì, sempre per stessa ammissione del presidente Laureti», continuano i sindacati, «che dette assunzioni risulterebbero di fatto a costo zero per la Saga, in quanto sarà la stessa Gtm Spa ad accollarsi integralmente l'onere connesso ai due operatori assunti tramite agenzia interinale. La cosa che poi risulta ancor più stupefacente è che di questo punto informativo non si conoscono gli orari di apertura al pubblico».

«ESTERNALIZZAZIONI PER COPRIRE UN IMPIEGATO ASSENTE PER MALATTIA»
E gli sprechi, denunciano le sigle sindacali a Morra, non finirebbero qui. «Non si è esitato un solo momento ad affidare all’esterno le operazioni di rilevamento e di gestione delle presenze attinenti sia il personale impiegatizio che quello di manutenzione, effettuate fino a circa tre mesi fa da un’impiegata che, dopo aver avvisato con largo anticipo la Direzione Aziendale, si è assentata per una
malattia ampiamente programmata».

«ASSUNZIONI SENZA CONCORSI E CON STIPENDI RADDOPPIATI»
Non si arrestano nemmeno le assunzioni senza concorsi, con chiamata diretta e a tempo determinato. «E’ il caso», raccontano ancora i sindacati, «dell’ingegnere meccanico (parametro apicale) con una retribuzione annua pari a 50.000 euro lordi (quasi il doppio di quanto previsto dal vigente CCNL di categoria) fissata senza particolari motivazioni dallo stesso Cda della Gtm (con il benestare della Regione??), nonostante le disposizioni impartire dalla Direzione trasporti della Regione in materia di contenimento del costo del personale nei confronti di tutte le aziende regionali di trasporto». I sindacati reputano disattesi gli impegni assunti con il prefetto e stanno valutando l’ipotesi di una nuova giornata di sciopero, questa volta di 24 ore che sarà comunque annunciata prima del previsto incontro fissato in Regione per il 15 gennaio 2014.