FONDI PUBBLICI

Abruzzo. Fondi strutturali europei. Chiodi: «in 5 anni speso più di un miliardo di euro»

La cifra resa nota oggi dal presidente della Regione uscente

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1143

Abruzzo. Fondi strutturali europei. Chiodi: «in 5 anni speso più di un miliardo di euro»


ABRUZZO. «In cinque anni abbiamo speso oltre un miliardo di euro dei Fondi strutturali europei».
 Lo ha detto il presidente della Regione, Gianni Chiodi, a margine della conferenza stampa alla Provincia di Teramo sui fondi alla sicurezza e alla viabilità.
Benchè ci si abitui a cifre sempre maggiori, un miliardo di euro è una cifra astronomica se si immagina che tali fondi sono stati destinati ad una molteplicità di azioni strutturali per risollevare la regione Abruzzo sprofondata nella crisi economica.
Oltre la cifra aggregata sarebbe utile che la Regione pubblichi l’elenco globale dei fondi assegnati e soprattutto avvii le verifiche sulla corretta spesa, cosa che la storia e l’esperienza ha insegnato non avviene sempre e con l’accortezza dovuta.
Ma per Chiodi la cifra tonda è importante per altre ragioni: «Questo significa», dice, «che la Regione Abruzzo non corre alcun pericolo di disimpegno dei fondi da parte dell'Unione europea. Lo ribadisco per rispondere a quanti insistono sulla consistenza della spesa europea e sui suoi presunti ritardi che andrebbero ad inficiare la credibilità della Regione Abruzzo».

E ancora nel suo discorso di stamane Chiodi punta l’attenzione sulla “spesa”, cioè sui fondi assegnati dalla regione ai privati ma non sul loro reale utilizzo e sugli effetti benefici che questi fondi hanno sulla regione intera.
«Confermo, invece, che», dice Chiodi, «in campo europeo abbiamo raggiunto tutti gli obiettivi di spesa che ci erano stati assegnati e non è cosa da poco visto quello che abbiamo trovato quando questo governo regionale si è insediato cinque anni fa».
 Il presidente della Regione ha poi sottolineato che «questo tormentone dei fondi europei non spesi torna sempre in coincidenza di scadenze elettorali. A parlare per questa Giunta ci sono i numeri e i resoconti».
 Sul fronte del bilancio, il presidente Chiodi ha ribadito «il grande sforzo fatto dal governo regionale che dopo cinque anni, caso unico nella storia di questa Regione, lascia al successivo governo un debito inferiore a quello ereditato in apertura di legislatura. E lo fa nel periodo in cui più consistenti sono stati i tagli dei trasferimenti statali alle Regioni. Le funzioni delegate sono rimaste le stesse, a ridursi drasticamente sono stati i trasferimenti. Nonostante questo, nell'ultimo bilancio abbiamo finanziato per 20 milioni di euro i Piani di zona sociale che prima erano di competenza statale, così come con il bilancio regionale abbiamo garantito i 5 milioni per gli emoderivati. Siamo convinti», ha concluso Chiodi, «di aver portato avanti con successo un risanamento finanziario importante per l'Ente Regione che avrà effetti positivi sui cittadini».