IN CONSIGLIO REGIONALE

Abruzzo, stop a nuovi centri commerciali fino al 2016

Incentivi per coltivazione e commercializzazione della canapa

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2671

Abruzzo, stop a nuovi centri commerciali fino al 2016




L’AQUILA. Il Consiglio regionale, presieduto dal presidente Nazario Pagano, nella seduta odierna ha approvato una norma che proroga a maggio 2016 la moratoria sull'apertura di nuovi insediamenti della grande distribuzione organizzata.
Proroga al 31 dicembre 2014, invece, per il termine per la sanatoria dei sottotetti ultimati entro il 31 dicembre 2011: «si è evitato di compiere un ulteriore errore in spregio della legalità e soprattutto a salvaguardia del territorio abruzzese», ha spiegato il consigliere regionale del Pd Giuseppe Di Pangrazio.
Via libera anche agli incentivi per la coltivazione, la trasformazione e la commercializzazione della canapa a fini, a esempio, di bioedilizia, e alla disciplina per l'erogazione di farmaci e preparazioni galeniche a base di cannabinoidi per fini terapeutici.
L'Assemblea ha poi approvato misure che consentono l'ammodernamento del parco veicoli destinato al trasporto pubblico locale e quelle per la fornitura di apparecchiature al centro regionale di audiologia di Pescara.
E' passata anche la norma per l'istituzione delle commissioni territoriali per la graduazione degli sfratti, che consente ai Comuni di prevedere apposite commissioni per promuovere azioni coordinate al fine di garantire la sostenibilita' sociale dello sfratto.
L'Aula ha inoltre approvato la legge forestale regionale, e una risoluzione (primi firmatari il Vice presidente Giovanni D’Amico ed il Consigliere Franco Caramanico) che impegna il presidente Chiodi a verificare la possibilita' di consentire alla piccola Noemi (la bimba di Guardiagrele affetta da Sla), di sottoporsi alle infusioni del metodo Stamina in un Centro Trapianti in Abruzzo, sulla base della recente sentenza del tribunale dell'Aquila. Questo per le lunghe liste di attesa degli Ospedali riuniti di Brescia, a oggi unico centro in cui si effettua il trattamento.

ALLUVIONE E TERREMOTO
La seduta si e' conclusa con due risoluzioni sulle alluvioni che nelle scorse settimane hanno devastato Pescara, la sua provincia e diversi territori delle province di Chieti e Teramo. Nei documenti, approvati all'unanimità, si chiede al presidente Chiodi di accelerare l'iter di approvazione del piano regolatore portuale di Pescara e a reperire le risorse finanziarie per l'attuazione del Piano stralcio 'Difesa dalle alluvioni'.
Al governo nazionale si chiede inoltre di allentare i vincoli del Patto di Stabilita' per gli enti locali coinvolti negli interventi di riparazione dei danni.
«Ritengo che questo documento rappresenti un chiaro segnale politico di come il Consiglio regionale voglia intervenire, in maniera concreta, sui disastri provocati dall’alluvione del 2 e 3 dicembre scorsi», ha commentato il presidente del Consiglio regionale Nazario Pagano. Il documento, inoltre, chiede alla Giunta di completare rapidamente la verifica analitica dei danni causati dall’alluvione, avviando le procedure necessarie alla dichiarazione di ‘evento calamitoso’, che consentirà di far intervenire il Fondo di Solidarietà nazionale per l’indennizzo dei danni materiali e l’esenzione dei pagamenti fiscali, previdenziali e contributivi alle aziende agricole. Si sollecita poi il rapido riconoscimento dello stato di emergenza, con la messa a disposizione delle necessarie risorse per il ripristino dei danni sul patrimonio edilizio privato e sulle attività produttive e agricole, oltre alla definitiva messa in sicurezza del territorio. «Auspichiamo infine – conclude il presidente – che nella prossima Legislatura venga istituita una Commissione consiliare Speciale per monitorare il dissesto idrogeologico e le zone a rischio sismico della Regione Abruzzo».
L'ultima risoluzione riguarda, invece, interventi sull'Unione europea per il rimborso degli sgravi fiscali per cittadini e imprese colpiti dal sisma del 2009. La seduta e' stata aggiornata a martedi' 17 alle ore 13.