SCALO AL DECOLLO?

Aeroporto d’Abruzzo: dalla Giunta via libera agli interventi per oltre 8 milioni di euro

Lo scalo rischia declassamento ma la Regione continua ad investire

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1981

aeroporto

 

 


PESCARA. Ammontano a oltre 8 milioni di euro i Fondi Fas destinati all’Aeroporto d’Abruzzo concessi dalla Regione Abruzzo attraverso due Delibere di Giunta approvate all’unanimità nel corso dell’ultima seduta.
A darne notizia sono gli assessori regionali Mauro Febbo e Giandonato Morra e il Consigliere regionale Lorenzo Sospiri.
Se le notizie sul fronte aeroporto non sono positive e si rischia il declassamento, arrivano però altre risorse, si spera non inutili.
Si tratta di interventi specifici che rientrano nella linea d’Azione destinata al completamento e rafforzamento del sistema logistico di mobilità regionale per favorire lo sviluppo economico territoriale in riferimento alla movimentazione di passeggeri e merci. Con questi due atti di Giunta quindi si punta al completamento dell’aeroporto e alla riqualificazione dell’area cosiddetta airside (di cui fanno parte pista di atterraggio, le zone per la sosta degli aeromobili, la torre di controllo) con uno stanziamento di 4.420.000 euro e dell’area landside (aerostazione passeggeri, viabilità, parcheggi) con un finanziamento di 3.960.000 euro. Contestualmente è stato approvato lo schema disciplinare dei rapporti tra la Regione Abruzzo e la Saga, soggetto attuatore degli interventi, alla quale saranno trasferite le risorse per l’esecuzione dei lavori.

«Come avevo anticipato nei mesi scorsi – sottolinea Febbo – anche i fondi destinati agli attesi interventi sull’aeroporto sono certezza. Del resto, nella programmazione regionale la logistica delle merci, lo sviluppo ed il potenziamento delle infrastrutture sia portuali sia aeroportuali costituisce uno dei principali strumenti per dare competitività e attrattività alla struttura produttiva del nostro territorio. Pertanto anche l’Aeroporto d’Abruzzo rappresenta un fattore fondamentale nel trasporto combinato dei traffici nazionali e internazionali, in un’ottica che prevede la messa in rete dell’insieme dei nodi aeroportuali e portuali».

Per l’assessore Giandonato Morra «sull’Aeroporto d’Abruzzo, inserito nella classifica dei 30 scali d’interesse nazionale, c’è la massima attenzione da parte del Governo regionale e gli interventi approvati in Giunta ne sono la chiara dimostrazione. Attraverso questi provvedimenti infatti puntiamo alla crescita e allo sviluppo della struttura che deve ricoprire un ruolo chiave per il futuro nella nostra regione e non solo per le questioni di carattere commerciale”.

Soddisfatto per il provvedimento licenziato dall'Esecutivo regionale, anche il Consigliere regionale Lorenzo Sospiri che ha sempre creduto sulle peculiarità dell’Aeroporto, «una struttura vitale per lo sviluppo della nostra regione. Come ho sempre sostenuto, l'aeroporto di Pescara è l'aeroporto di tutto l'Abruzzo e deve diventare anche il terzo scalo di Roma verso i Balcani»