COSA CAMBIA?

Abruzzo. Lago Scanno: Regione sottoscrive contratto di fiume

Nuovo strumento di programmazione territoriale

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1401

lago di scanno bandiera blu

Il lago di Scanno




L’AQUILA. Dopo Tordino anche la Valle del Sagittario ha il "suo" contratto di fiume.
Ad annunciarlo gli assessori Gianfranco Giuliante (Protezione civile) e Angelo Di Paolo (Lavori pubblici) nel corso di una conferenza stampa servita per illustrare i contenuti del nuovo strumento di programmazione territoriale. La Valle del Sagittario e il Lago di Scanno, il più importante d'Abruzzo, entrano dunque «in una nuova concezione di programmazione basata tutta sulle esigenze del territorio».
«Il contratto di fiume - hanno spiegato gli assessori Di Paolo e Giuliante - è destinato a portare un nuova cultura di crescita del territorio. Esso prevede che tutto il sistema, pubblico e privato, che gravita intorno ad un bacino idrografico può pensare e studiare forme di programmazione specifica, che partono dalla messa in sicurezza fino a toccare lo sviluppo sostenibile e il turismo. Un'idea nuova di come pensare e sviluppare il territorio con gli attori principali del territorio stesso».
Il lago di Scanno forse più di tutti incarna meglio la filosofia del contratto di fiume, con una comunità che da decenni ha fondato il proprio sviluppo intorno al bacino lacustre e si identifica con esso. L'idea di una programmazione unitaria sul territorio è anche «figlia dei nuovi indirizzi dell'Unione europea in tema di programmazione - hanno ribadito Di Paolo e Giuliante -. È finito il tempo dei finanziamenti a pioggia che potevano arrivare dalla Comunità europea; oggi per finanziare interventi e progetti è necessario inserirli in programmazioni sempre più coerenti con il tessuto sociale, economico e geografico. Il contratto di fiume risponde anche a questa esigenza come vero e proprio modello di pianificazione territoriale».
Il contratto di fiume Valle del Sagittario-Lago di Scanno segue di qualche settimana quello sottoscritto dalla Regione Abruzzo per quanto riguarda il fiume Tordino, a conferma che la nuova idea di pianificazione sta entrando nella strategia della Regione. «E in futuro - ha anticipato Giuliante - potrebbe toccare al contratto di fiume del Lago di Campotosto».