SANITA'

Abruzzo, risoluzione per estendere vaccinazioni Hpv ai ragazzi

«Alcune patologie correlate al virus possono colpire anche gli uomini»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1771

Abruzzo, risoluzione per estendere vaccinazioni Hpv ai ragazzi




ABRUZZO. E’ stata presentata ieri, all’inizio dei lavori del Consiglio Regionale, una Risoluzione a firma dei consiglieri regionali Nicoletta Verì e Paolo Palomba una importante risoluzione per consentire la vaccinazione HPV gratuita ai ragazzi fino ai dodici anni di età.
Dopo decenni di studi e ricerche, pochi anni fa sono stati introdotti in Italia due vaccini per proteggere contro un pericoloso nemico per la salute, il Papillomavirus umano (HPV). Da quando cinque anni fa è stata introdotta la vaccinazione contro il papillomavirus umano, le conoscenze sull’argomento sono aumentate, tanto in riferimento alle numerose patologie correlate all’HPV, quanto in relazione alle cure e alle possibilità di prevenzione.
Infatti, da una visione univoca che associava la presenza del virus HPV unicamente al possibile sviluppo del cancro del collo dell’utero, tipica di quella che possiamo considerare storicamente la fase uno della lotta all’HPV, si è giunti a scoprire numerose altre patologie che possono essere correlate a questo virus sia nella popolazione femminile che in quella maschile. Infatti L’HPV è altamente prevalente in entrambi sessi, quindi non solo nelle femmine. Inoltre risulta essere anche la malattia a trasmissione sessuale più trasmessa e diffusa nel mondo.
«La possibilità di estendere la vaccinazione ai ragazzi ci permette di adeguare anche il livello di screening della sanità nella nostra Regione, in considerazione anche del fatto che quello maschile è quasi inesistente. Potranno essere interessati 55.000 ragazzi Abruzzesi. La nostra regione è inadempiente in merito ai livelli di screening maschile, nel passato i diciottenni venivano sottoposti alla visita di leva, oggi solo la scarsa azione nelle scuole non basta. Il beneficio inoltre di poter attivare la vaccinazione porterebbe oltre che alla ovvia salvaguardia della salute anche ad un grande risparmio per le casse future della nostra sanità regionale “. E’ quanto ha dichiarato Nicoletta Verì presentando la richiesta di Risoluzione insieme a Paolo Palomba che aggiunge: “I dati disponibili in letteratura indicano che le patologie correlate all’infezione da HPV nei maschi hanno un peso non trascurabile. il maschio è un portatore di HPV rilevante, con una prevalenza superiore e più costante rispetto a quella delle donne. Riteniamo importante che si proceda anche per i ragazzi a fare una azione di prevenzione così come accade in maniera ottima per le ragazze».