POLITICA

Mascia perde un altro pezzo, Mastromattei lascia Pdl e passa a Fli

Alla Regione il partito di Fini appoggerà D’Alfonso

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1954

Mascia perde un altro pezzo, Mastromattei lascia Pdl e passa a Fli

Mastromattei

 

Mascia perde un altro pezzo, Matsromattei lascia Pdl e passa a Fli
Alla Regione il partito di Fini appoggerà D’Alfonso
Luigi albore mascia, comune, daniele toto, Daniela Arcieri Matromattei
PESCARA. La maggioranza di centrodestra che sostiene il sindaco di Pescara Albore Mascia perde un altro consigliere.
Così come aveva fatto qualche mese fa Renato Ranieri, ieri anche la consigliera Daniela Arcieri Matromattei ha lasciato il Popolo delle Libertà per confluire in Fli. 
«Lasciare la casa dove sono cresciuta è doloroso», ha spiegato la consigliera, «ma è stata una decisione maturata a seguito della delusione sia professionale che personale». Secondo la Mastromattei troppe sarebbero state le promesse del governo non mantenute, a discapito della città». Il gruppo di Fli dunque si ingrossa mentre la maggioranza, che si avvia verso la fine del mandato elettorale, si sfalda sempre più.
Intanto sempre ieri nel corso della conferenza stampa che ha annunciato il trasloco della Matromattei, il coordinatore regionale del partito di Fini, Daniele Toto, ha annunciato la nascita di una lista civica che alle prossime regionali sarà «antagonista al centrodestra»  a differenza di quanto avviene a livello nazionale dove il partito di allinea alle forze di destra. 
Proprio su questo punto Armando Foschi (Pdl e portavoce di Officina Italia) non nasconde il proprio stupore: «Toto da sabato 9 Novembre parteciperà a Roma alla manifestazione nella quale si auspica possa avvenire la rinascita di Alleanza Nazionale e si augura che quello sia ‘un percorso  propedeutico per la ricostruzione di un grande soggetto politico di destra’». 
Circa un mese fa, lo stesso Toto dichiarò alla stampa abruzzese che Fli aveva una posizione di centro e che in previsione delle prossime elezioni regionali in Abruzzo non aveva ancora deciso quale posizione assumere. 
«Non più di una settimana fa, Gianni Teodoro, esponente del Fli e quindi del partito di Toto», fa notare però Foschi, « ha dichiarato invece che alle prossime regionali appoggerà D'Alfonso e alle comunali il candidato di centrosinistra. Poichè insieme ad altri esponenti di rilievo della destra abruzzese e pescarese stiamo lavorando a contribuire, nel solco lasciato da Alleanza Nazionale, alla rinascita di un grande soggetto politico di destra democratica e popolare in discontinuità con un partito mai nato (il Pdl), vorremmo capire dagli esponenti locali di Fli se hanno obiettivi comuni ai nostri».  
PESCARA. La maggioranza di centrodestra che sostiene il sindaco di Pescara Albore Mascia perde un altro consigliere.
Così come aveva fatto qualche mese fa Renato Ranieri, ieri anche la consigliera Daniela Arcieri Matromattei ha lasciato il Popolo delle Libertà per confluire in Fli. «Lasciare la casa dove sono cresciuta è doloroso», ha spiegato la consigliera, «ma è stata una decisione maturata a seguito della delusione sia professionale che personale». Secondo la Mastromattei troppe sarebbero state le promesse del governo non mantenute, a discapito della città». Il gruppo di Fli dunque si ingrossa mentre la maggioranza, che si avvia verso la fine del mandato elettorale, si sfalda sempre più.Intanto sempre ieri nel corso della conferenza stampa che ha annunciato il trasloco della Matromattei, il coordinatore regionale del partito di Fini, Daniele Toto, ha annunciato la nascita di una lista civica che alle prossime regionali sarà «antagonista al centrodestra»  a differenza di quanto avviene a livello nazionale dove il partito di allinea alle forze di destra. Proprio su questo punto Armando Foschi (Pdl e portavoce di Officina Italia) non nasconde il proprio stupore: «Toto da sabato 9 Novembre parteciperà a Roma alla manifestazione nella quale si auspica possa avvenire la rinascita di Alleanza Nazionale e si augura che quello sia ‘un percorso  propedeutico per la ricostruzione di un grande soggetto politico di destra’». 

 

Circa un mese fa, lo stesso Toto dichiarò alla stampa abruzzese che Fli aveva una posizione di centro e che in previsione delle prossime elezioni regionali in Abruzzo non aveva ancora deciso quale posizione assumere. «Non più di una settimana fa, Gianni Teodoro, esponente del Fli e quindi del partito di Toto», fa notare però Foschi, « ha dichiarato invece che alle prossime regionali appoggerà D'Alfonso e alle comunali il candidato di centrosinistra. Poichè insieme ad altri esponenti di rilievo della destra abruzzese e pescarese stiamo lavorando a contribuire, nel solco lasciato da Alleanza Nazionale, alla rinascita di un grande soggetto politico di destra democratica e popolare in discontinuità con un partito mai nato (il Pdl), vorremmo capire dagli esponenti locali di Fli se hanno obiettivi comuni ai nostri».