NUOVE LEGGI

Rifiuti: Di Dalmazio, approvata legge di riforma del servizio

Le novità saranno annunciate nei prossimi giorni

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3024

Rifiuti: Di Dalmazio, approvata legge di riforma del servizio




ABRUZZO. «Giornata decisiva e di grande significato per l'intero Abruzzo».
Lo ha dichiarato l'assessore all'Ambiente, Mauro di Dalmazio, subito dopo l'approvazione in Consiglio regionale della legge di riforma del servizio gestione integrata dei rifiuti. 

l provvedimento è stato approvato a maggioranza con i voti favorevoli del centrodestra mentre contro hanno votato Partito democratico, Rifondazione comunista e Comunisti italiani. Unico astenuto Franco Caramanico, del gruppo misto ma in quota Sinistra ecologia libertà, già assessore al ramo nella precedente amministrazione di centrosinistra. La seduta di oggi ha portato a termine l'iter iniziato la settimana scorsa a palazzo dell'Emiciclo e bruscamente interrotto per l'ostruzione in particolare del Prc, con la discussione congelata all'articolo 15. 
Per il momento non si conoscono io particolati che saranno illustrati, ha annunciato l’assessore, nei prossimi giorni nel corso di una conferenza stampa.
«E' una legge che segna un importante spartiacque nella gestione del ciclo dei rifiuti, perchè si tratta di un legge di sistema che avrà il compito di riorganizzare la governance del settore ponendo principi e regole che andranno ad incidere sul futuro del ciclo e a sanare tutte le criticità e le disfunzioni che avevano determinato la crisi strutturale del sistema in Abruzzo, primo fra tutte la eccessiva frammentazione del sistema che a fronte dell'obietivo delle gestione unitaria registrava in realtà ben 200 soggetti, pubblici e privati, che entravano nelle varie fasi di gestione, contribuendo a creare sprechi, inerzia, inefficienze e ritardi. Questa legge - conclude Mauro Di Dalmazio - che prevede un ruolo centrale dei Comuni con un unico ambito regionale, dovrà essere attuata nel più breve tempo possibile dai oggetti deputati».
L'assessore all'Ambiente ha voluto infine ringraziare l'intera maggioranza consiliare, il capogruppo del Pdl, Lanfranco Venturoni, il presidente della commissione consiliare, Nicola Argirò, «per la collaborazione e l'imporante contributo dato nell'elaborazione della legge di riforma" e il gruppo di opposizione "per l'atteggiamento responsabile mostrato».

«Da oggi scriviamo una nuova pagina per l'Abruzzo - ha commentato il presidente della Regione, Gianni Chiodi, sulla sua bacheca di Facebook - Creiamo i presupposti per superare definitivamente le disfunzioni che sono state la causa della crisi strutturale del sistema dei rifiuti (che abbiamo ereditato e gestito)». «Riduciamo altresì la frammentazione gestionali che avevano portato oltre 200 soggetti, tra società ed Enti, a occuparsi del sistema dei rifiuti - ha aggiunto - Questo, unitamente ai 40 milioni di euro che abbiamo stanziato per la raccolta differenziata e il sistema impiantistico renderà l'Abruzzo una regione finalmente moderna».

«Da oggi scriviamo una nuova pagina per l'Abruzzo - ha commentato il presidente della Regione, Gianni Chiodi, sulla sua bacheca di Facebook - Creiamo i presupposti per superare definitivamente le disfunzioni che sono state la causa della crisi strutturale del sistema dei rifiuti (che abbiamo ereditato e gestito)». «Riduciamo altresì la frammentazione gestionali che avevano portato oltre 200 soggetti, tra società ed Enti, a occuparsi del sistema dei rifiuti - ha aggiunto - Questo, unitamente ai 40 milioni di euro che abbiamo stanziato per la raccolta differenziata e il sistema impiantistico renderà l'Abruzzo una regione finalmente moderna».