STOP

Buon agosto a tutti

PrimaDaNoi.it si ferma. Gli aggiornamenti in tempo reale torneranno il 1 settembre 2013

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

8492

Buon agosto a tutti






ABRUZZO. Lo scorso anno in questi giorni scrivevamo :


«Anche quest’anno siamo costretti ad interrompere gli aggiornamenti quotidiani per il mese di agosto.
La ragione principale è l’impossibilità di garantire la turnazione in redazione che possa permettere di far riposare chi per 11 mesi ha lavorato costantemente e prodotto inchieste e notizie esclusive.
Questo deficit può genericamente essere imputato a “ragioni ambientali” non nuove che di fatto ci sottraggono le poche risorse di cui disponiamo e non ci permettono di valorizzare al meglio i numeri in costante crescita e di “eccellenza” del quotidiano e di poter investire le entrate in forza lavoro.
Continueremo a lavorare per evitare lo stop estivo e contiamo di riuscire comunque a raggiungere l’obiettivo in considerazione che lo scorso anno sono stati formalizzati due contratti giornalistici e tre di collaborazione saltuaria. Anche senza aggiornamenti continueremo a lavorare per migliorare alcuni aspetti del nuovo sito varato ad inizio anno e studiando qualche novità per settembre.
L’obiettivo è resistere per continuare ad insistere e per poter dire veramente di esistere».







Dopo un anno si sono aggiunti notevoli problemi giudiziari (in grandissima parte conseguenza logica delle due inedite pronunce ortonesi sul “diritto all’oblio”) che ci impegnano tempo e risorse, sono intervenute nefaste pronunce giudiziarie (attualmente in appello), abbiamo sulla testa richieste di danni per oltre 2 mln di euro, le tre collaborazioni sono sparite, la nostra resistenza –seppure fiaccata- continua.
Il bilancio lo faremo a mente fredda anche perché veniamo dall’anno più difficile per PrimaDaNoi.it che non è una testata che ha mai vissuto tranquillamente e che in molti vorrebbero che sparisse. Ci prepariamo ad un autunno ancora più difficile con la speranza che ci lascino il minimo spazio vitale per continuare a fare il nostro mestiere con la serenità e la libertà residua.
Lo abbiamo già detto: questo non è un Paese che apprezza e valorizza il lavoro onesto né sa tutelare un giornale che dopo 8 anni continua a segnare una crescita nella sua diffusione.
Buona estate a tutti.
(red)