CONSIGLIO REGIONALE

Abruzzo/ Approvato progetto di legge sull’albergo diffuso

Corretti errori alla variante del bilancio

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6965

Abruzzo/ Approvato progetto di legge sull’albergo diffuso




L'AQUILA. L'assemblea regionale nella lunga seduta di ieri ha approvato il progetto di legge sulla disciplina dell'albergo diffuso e quello sull'esercizio dell'attività apistica.
Ai due provvedimenti sono stati legati alcuni emendamenti che prevedono contributi per 490mila euro per l'Associazione Regionale Allevatori, 550mila per il Ciapi, 576mila per la marineria pescarese (per finanziare la cassa in deroga e le spese per la messa in sicurezza delle imbarcazioni durante le operazioni di dragaggio), 400mila per il Cotir, 280mila per il Crab e 35mila per il Crivea. Queste somme erano già state assegnate in precedenza, ma erano state finanziate con i fondi Ria del personale e la norma era state impugnata dal Governo.
Per rimuovere questo ostacolo ma anche per correggere errori formali nella precedente approvazione nell'ambito di una variazione di bilancio, il provvedimento era tornato in commissione bilancio stamani. Soddisfatto l'assessore regionale alle politiche agricole Mauro Febbo per il quale le misure adottate consentono di intervenire concretamente su alcune criticità in settori chiave come quelli della ricerca e della pesca.
L'assessore al Tursimo Mauro Di Dalmazio ha spiegato che si tratta della prima legge in Italia in materia di albergo diffuso: «E'una legge molto importante che, con il Presidente del Consiglio Regionale Nazario Pagano e con altri consiglieri, abbiamo voluto e condiviso». 


«La legge va ad incidere in una tipologia d'ospitalita 'particolare' che si coniuga con il recupero architettonico-urbanistico di borghi medievali mai abbandonati».
«In Abruzzo abbiamo uno degli esempi più fulgidi di albergo diffuso famosissimo e conosciuto nel mondo intero: quello di Santo Stefano di Sessanio, particolarmente apprezzato da ospiti prestigiosi e famosi».
Il consiglio ha anche prorogato al 31 luglio prossimo il termine per la presentazione dei rendiconti dei Gruppi consiliari (inizialmente fissati al 31 maggio), mentre in materia di personale dei gruppi consiliari a chiamata diretta è stata introdotta la non automaticità della risoluzione dei contratti dei collaboratori dei Gruppi consiliari, nel caso - nel corso della legislatura in corso - dovesse cambiare il Capogruppo. Per quanto riguarda le Aziende territoriali per l'edilizia residenziale (Ater) è stata approvata una sanatoria che rende definitiva l'assegnazione di alloggi provvisori da parte dei Comuni concessi alla data del 30 giugno scorso. Sullo stessa tema è stata introdotta una norma che consente di non applicare il canone massimo a coloro che, per errore, non abbiano comunicato all'Ater la proprietà di un terreno con rendita dominicale non superiore a 100 euro.

GLI ALTRI PROVVEDIMENTI
In conclusione della seduta è stato approvato un altro progetto di legge che concede un contributo di 60mila euro alla Fondazione Michetti di Francavilla al Mare, 30mila al Premio Penne, 70mila al Teatro Lanciavicchio di Avezzano e 10mila per il centenario del terremoto della Marsica. In apertura dei lavori, il Consiglio regionale ha approvato una serie di risoluzioni riguardanti: la revoca, istituita dalla Provincia di Isernia, del divieto di transito ai mezzi pesanti sul tratto in variante della Fondovalle Sangro nei pressi di Sant'Angelo del Pesco; l'inserimento nell'ordinamento regionale dell'obbligo di assoggettare gli atti di programmazione economica, finanziaria e legislativa, ai parametri degli indici di benessere equo e solidale; l'intervento, presso il Governo nazionale, affinché a chiunque ne faccia richiesta, sia consentito l'accesso alle terapie staminali secondo il metodo Stamina.

NICOLA MINCONE ENTRA IN CONSIGLIO REGIONALE
L’ex sindaco di Miglianico sostituirà Chiavaroli
Nicola Mincone, consiglio regionale, abruzzo, miglianico
L’AQUILA. L’ex sindaco di Miglianico Nicola Mincone entra in Consiglio regionale.
Dopo il no di Pasquale Di Nardo che avrebbe dovuto sostituire  la senatrice Federica Chiavaroli, ieri il Consiglio ha dato l’ok all’ingresso di Mincone, consigliere comunale ininterrottamente dal 1975 al 2009, attualmente in carica come consigliere provinciale alla sua seconda consiliatura. E’ stato primo cittadino di Miglianico 1993 al 2004.
Di Nardo, primo dei non eletti del centrodestra (Pdl) con uno scarto di soli 26 voti ha invece deciso di restare al posto di comando della Sangritana. Lì il suo incarico termina nel 2015 ma l’avventura potrebbe terminare in anticipo, se alle prossime Regionali vincesse il centrosinistra, per effetto dello spoil system.

NICOLA MINCONE ENTRA IN CONSIGLIO REGIONALE

L’ex sindaco di Miglianico sostituirà ChiavaroliNicola Mincone, consiglio regionale, abruzzo, miglianicoL’AQUILA. L’ex sindaco di Miglianico Nicola Mincone entra in Consiglio regionale.Dopo il no di Pasquale Di Nardo che avrebbe dovuto sostituire  la senatrice Federica Chiavaroli, ieri il Consiglio ha dato l’ok all’ingresso di Mincone, consigliere comunale ininterrottamente dal 1975 al 2009, attualmente in carica come consigliere provinciale alla sua seconda consiliatura. E’ stato primo cittadino di Miglianico 1993 al 2004.Di Nardo, primo dei non eletti del centrodestra (Pdl) con uno scarto di soli 26 voti ha invece deciso di restare al posto di comando della Sangritana. Lì il suo incarico termina nel 2015 ma l’avventura potrebbe terminare in anticipo, se alle prossime Regionali vincesse il centrosinistra, per effetto dello spoil system.