EVASIONE

Abruzzo/ Evasione fiscale: nel 2013 scoperti 520mln sottratti al fisco

Oltre 1.000 controlli ispettivi

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3215

Generale Francesco Attardi

Generale Francesco Attardi




ABRUZZO. Contrasto all'evasione fiscale e all'elusione con risultati notevoli, contrasto alla contraffazione, e soprattutto al lavoro nero definito un fenomeno forte in Abruzzo.
Sono infatti 850 i lavoratori irregolari scoperto nei primi cinque mesi in Abruzzo, di cui 135 completamente in nero. Il dato e' stato illustrato stamane dal generale Francesco Attardi, comandante regionale delle Fiamme gialle in Abruzzo, nel corso della tradizionale Festa del Corpo, facendo il punto dell'attivita' operativa del Corpo.
Sul fronte della lotta all'evasione fiscale, i militari della Guardia di Finanza hanno svolto in Abruzzo, sempre nei primi cinque mesi del nuovo anno, 1.072 interventi ispettivi (tra verifiche e controlli) che hanno consentito di recuperare 520 milioni di euro sottratti a tassazione. Constatati la sottrazione alle casse erariali e comunitarie di 45 milioni di euro di Imposta sul Valore Aggiunto; denunciate all'autorita' giudiziaria 102 persone, con un aumento rispetto al 2012 del 16%. 


Le maggiori violazioni sono state riscontrate nella omessa dichiarazione dei redditi (30 %), nel mancato versamento dell'Iva (14 %), nella distruzione/occultamento di documentazione contabile (16 %). Nei primi mesi del 2013, tra tutte le verifiche compiute dai Reparti dell'Abruzzo, oltre il 5% sono state oggetto di integrale adesione ai verbali di constatazione, assicurando alle casse dell'Erario, un importo complessivo di oltre 3 milioni di euro, quali elementi positivi e costi indeducibili recuperati a tassazione ai fini delle imposte dirette. In tal modo, i contribuenti hanno definito la loro posizione pagando subito quanto dovuto, rinunciando al contenzioso.
Nel campo dei sequestri di patrimoni per reati fiscali, le Fiamme gialle, hanno sequestrato/confiscato per equivalenza disponibilita' finanziarie pari a 4 milioni di euro, insieme a 10 autoveicoli, 62 unita' abitative, 13 unita' commerciali, 35 terreni edificabili e 34 mila metri quadrati di terreni ad uso agricolo. Nel settore del sommerso d'azienda, sono stati segnalati un centinaio di evasori, tra totali e paratotali che hanno occultato Iva per oltre 162 milioni di euro e commesso violazioni all'Iva per circa 25 milioni di euro. Il 35% dei commercianti non ha rispettato gli obblighi sul rilascio di scontrini e ricevute fiscali. 


Segnalati contributi comunitari indebitamente percepiti pari a 1 milione e 600 mila euro. Sul fronte dei danni erariali, le Fiamme gialle abruzzesi hanno segnalato danni erariali per oltre 6 milioni di euro. Nell'ambito della lotta alla criminalita' organizzata, i finanzieri hanno confiscato 60 beni per complessivi 17 milioni di euro. In relazione alla tutela del mercato dei capitali, e dunque alla lotta al riciclaggio, le Fiamme gialle, hanno sequestrato 26 milioni di euro e denunciato 22 soggetti. Infine buoni risultati nella lotta al traffico di sostanze stupefacenti, nella contraffazione dei prodotti.