POLITICA

Abruzzo/ Tensione in commissione bilancio: maggioranza e opposizione sbraitano

Inserite nella variazione di bilancio norme non discusse

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1100

CONSIGLIO REGIONALE




L'AQUILA. La Commissione Bilancio del Consiglio regionale d'Abruzzo ha approvato a maggioranza il provvedimento riguardante il doppio vitalizio percepito da ex consiglieri regionali ed ex parlamentari abruzzesi.
Sì anche ad una variazione di bilancio di 9 milioni di euro. La seduta è stata molto movimentata, a tratti tesa - in particolare per dissidi nella maggioranza di centrodestra che, con alcuni rappresentanti, ha accusato l'assessore regionale al Bilancio, Carlo Masci -, soprattutto per la variazione di bilancio nella quale, tra l'altro, la Commissione è stata chiamata a risolvere il problema dell'impugnazione del governo davanti alla Corte Costituzionale della copertura di 9 milioni, reperiti nei fondi perenni, che secondo il governo sarebbe illegittima.
A tale proposito tra maggioranza e opposizione sono volate urla perché, secondo quanto appreso, nella variazione di bilancio approvata nelle settimane scorse e impugnata dal governo, sarebbero state inserite altre norme non discusse. Per quanto riguarda il doppio vitalizio, il provvedimento - approvato con i voti di Pdl, Rifondazione Comunista e Comunisti Italiani, con l'astensione di Pd e Idv che si sono riservati il voto in Aula - stabilisce che l'ex parlamentare ed ex consigliere debba optare per un solo vitalizio pieno, con il secondo decurtato dell'80%, norma che ha valore retroattivo, quindi anche su coloro che finora hanno percepito il doppio vitalizio pieno.
Ma in aula il provvedimento non è arrivato: 

«L'approvazione della commissione e' un primo passo ma la strada e' ancora in salita», continua Acerbo.
«Infatti in Consiglio Regionale si e' assistito da un lato a una serie di assenze e defezioni nelle file del centrodestra, dall'altro all'assurda richiesta di verifica del numero legale da parte dell'opposizione di centrosinistra. Risultato la legge per lo stop ai doppi vitalizi e' rinviata al prossimo consiglio. Ringrazio il presidente Emilio Nasuti e i colleghi Petri e Venturoni che con il loro voto hanno comunque consentito al provvedimento di arrivare definitivamente all'esame del Consiglio senza che nessuno possa di nuovo invocare un ritorno in commissione».
«L'approvazione della commissione e' un primo passo ma la strada e' ancora in salita», commenta Maurizio Acerbo. «Infatti in Consiglio Regionale si e' assistito da un lato a una serie di assenze e defezioni nelle file del centrodestra, dall'altro all'assurda richiesta di verifica del numero legale da parte dell'opposizione di centrosinistra. Risultato la legge per lo stop ai doppi vitalizi e' rinviata al prossimo consiglio. Ringrazio il presidente Emilio Nasuti e i colleghi Petri e Venturoni che con il loro voto hanno comunque consentito al provvedimento di arrivare definitivamente all'esame del Consiglio senza che nessuno possa di nuovo invocare un ritorno in commissione».
Invece la variazione di bilancio è stata approvata con i soli voti del Pdl. La seduta mattutina era stata aperta alle 11 ma è stata in pratica introduttiva perché i consiglieri attendevano la fine dei lavori della Commissione Bilancio.