LA RICERCA

Finanziamenti alle famiglie per acquisto casa: -17,6%

Quasi dimezzata la richiesta rispetto al 2011

Redazione Pdn

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

2635

Finanziamenti alle famiglie per acquisto casa: -17,6%




ABRUZZO. L'Ufficio Studi Tecnocasa - sezione mediazione creditizia ha provveduto ad analizzare nel dettaglio l'andamento dei finanziamenti finalizzati all'acquisto dell'abitazione concessi alle famiglie residenti sul territorio regionale anche per il quarto trimestre del 2012.

Nel quarto trimestre 2012 le famiglie in Abruzzo hanno ricevuto finanziamenti per l’acquisto dell’abitazione per 124,06 milioni di euro, rispetto allo stesso trimestre del 2011 si registra una variazione delle erogazioni in regione del -17,62% per un controvalore di -26,54 mln di euro.
L’intera Macroarea Italia Meridionale ha fatto rilevare una variazione rispetto all’analogo trimestre del 2011 pari a -41,81%, si nota come la regione segua la tendenza in atto nell'area di appartenenza.
In questa quarta rilevazione del 2012 due regioni su venti hanno fatto registrare un incremento dei volumi.
Rispetto al medesimo trimestre del 2011 è stata rilevata una contrazione media nazionale del -32,22%. La fotografia indica quindi un seppur lieve ridimensionamento della contrazione del credito concesso alle famiglie rispetto al -47,13% registrato nel terzo trimestre 2012 e al -49,94% del secondo trimestre. Tenuto conto del contesto di mercato nazionale la variazione percentuale della regione corrisponde alla 4a minor contrazione in ordine di importanza. Nel periodo in analisi la regione ha inciso per il 1,66% di tutti i volumi erogati in Italia.

Osservando l'andamento delle erogazioni sui 12 mesi, ed analizzando quindi i volumi dell'intero anno solare 2012, la regione Abruzzo mostra una variazione negativa delle erogazioni pari a -38,31% per un controvalore di -265,89 mln di euro. Sono dunque stati erogati in questi dodici mesi 428,23 mln di euro, volumi che collocano la regione al 15° posto tra tutte in Italia per quantità totale di volumi erogati con un incidenza pari a 1,63%. (Bollettino Statistico I-2013 di Banca d'Italia di Aprile 2013).

I volumi restano –secondo la ricerca- influenzati principalmente da una domanda di credito praticamente dimezzata, condizionata da una minor fiducia dei consumatori, e da una sempre maggiore attenzione al rischio di credito da parte degli enti eroganti.
 I costi di approvvigionamento sui mercati interbancari sono rimasti nel corso del 2012 a valori molto elevati rispetto al recente passato e hanno comportato un aumento del costo prodotto che ulteriormente influenza l’accesso al credito. Oltre che dalla sfavorevole congiuntura socio economica che sta caratterizzando il Belpaese, è da tenere in considerazione che i volumi erogati sono anche in parte influenzati dall’ormai esiguo numero di operazioni di sostituzione e surroga che, con gli attuali spread, non risultano sempre convenienti. Secondo l’Ufficio Studi Tecnocasa, le operazioni di surroga hanno rappresentano nel 2012 poco meno del 1% dei volumi erogati.

Nel terzo trimestre 2012 la regione Abruzzo ha fatto registrare un importo medio di mutuo (media ponderata a 12 mesi) pari a 101200 euro, in diminuzione rispetto a quanto rilevato durante il trimestre precedente quando il ticket medio ammontava a 104500 euro chi sottoscrive un mutuo nella regione viene finanziato per quasi il -19% in meno rispetto al mutuatario medio italiano.
Nel dettaglio le province si sono comportate nel seguente modo, rispetto allo stesso trimestre 2011: la provincia di Chieti ha erogato volumi per 42,28 mln di euro facendo registrare una variazione a 6,19%. A L'Aquila sono stati erogati volumi per 17,98 mln di euro, corrispondenti a una variazione rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente pari a -42,58%. La provincia di Pescara ha erogato volumi per 45,35 mln di euro, la variazione sul trimestre è pari a -8,71%. In provincia di Teramo i volumi erogati sono stati 18,46 mln di euro, la variazione corrisponde a -38,09%.