FONDI PUBBLICI

Abruzzo/ Agevolazioni per le imprese: 6 milioni di euro disponibili

Fondi per innovazione e internazionalizzazione dei contratti di rete

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1776

Abruzzo/ Agevolazioni per le imprese: 6 milioni di euro disponibili




ABRUZZO. «L’Abruzzo sta lavorando per ridisegnare la geografia industriale e produttiva nell’ottica dell’aggregazione delle imprese attraverso gli strumenti delle reti di imprese e dei poli di innovazione finanziando progetti di innovazione e progetti di internazionalizzazione».
E’ questa la direzione strategica individuata dalla Regione Abruzzo e indicata dall’Unione europea per i prossimi fondi strutturali Por-Fesr 2014-2020.
«Dobbiamo farci trovare pronti», ha commentato l’assessore Alfredo Castiglione, «perché saranno gli ultimi disponibili. La crisi ci consegna una situazione completamente diversa per affrontare la quale le nostre imprese dovranno fare un salto culturale in nuova ottica aggregativa e di sistema che non mette a rischio l’individualità dei singoli ma sfrutti invece le opportunità derivanti dallo scambio di esperienze e da nuove progettualità che portino benefici diffusi sul territorio».
Il bando “Abruzzo 2015” assegna alle reti di imprese ben 6 milioni di euro, 3 milioni destinati a progetti di innovazione (Linea A) e 3 milioni a progetti di internazionalizzazione (Linea B).


I fondi provengono dall’Accordo di Programma siglato dalla Regione Abruzzo e dal Ministero per lo Sviluppo economico, finalizzato a promuovere la realizzazione di interventi che puntano a riformare i distretti produttivi e a rafforzare i contratti di rete composti da micro, piccole e medie imprese che potranno beneficiare dei fondi in regime “de minimis”: l’agevolazione concedibile è un contributo a fondo perduto fissato nella misura del 50% delle spese ammesse per un massimo di 200 mila euro per ogni singolo progetto.
«L’Abruzzo con 30 contratti di rete che coinvolge 155 imprese è all’ottavo posto in Italia per questa nuova forma aggregativa – ha spiegato Riccardo Bertazzo, direttore generale di Abruzzo Sviluppo – ma abbiamo ragione di credere che si possa ulteriormente migliorare questa posizione anche grazie a queste nuove opportunità, considerato che sono 80 le domande pervenute dopo il primo bando Abruzzo 2015 scaduto il 26 aprile scorso e altre ne arriveranno anche con questo secondo bando che scadrà il prossimo 31 luglio».
Dopo aver illustrato le modalità di accesso al bando i tecnici di Abruzzo Sviluppo Gianluigi Di Martino e Floriana Riggio hanno risposto per circa un’ora alle tante domande di approfondimento da parte delle cinquanta imprese che hanno partecipato all’incontro odierno.