TRASPORTO PUBBLICO

Abruzzo/ Trasporti, Campo (Uil): «dorsale adriatica deve recuperare pesanti ritardi»

«Sangritana punto di riferimento di valore extra regionale»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1288

Abruzzo/ Trasporti, Campo (Uil): «dorsale adriatica deve recuperare pesanti ritardi»




ABRUZZO. «La Regione Abruzzo ha preso atto, ormai, che sono state fatte scelte nazionali che favoriscono il trasporto ferroviario lungo la dorsale tirrenica a danno di quella adriatica», ha detto oggi Roberto Campo, segretario regionale della UIL.
Campo ha visitato la Sangritana, accompagnato dal segretario regionale della UIL trasporti, Giuseppe Murinni.
«Ci troviamo, di conseguenza, a dover recuperare un gap importante con un ritardo di anni. La Sangritana rappresenta un punto di riferimento di valore extra regionale. E’ un’azienda ricca di elementi di eccellenza. Basti pensare al centro di manutenzione dei mezzi rotabili, alla capacità di formazione del personale viaggiante che la F.A.S. ha ed altre imprese ferroviarie no. La Regione dovrebbe capire che ha un tesoro che può sfruttare molto meglio», ha evidenziato il sindacalista.


«Quanto asserisco», ha precisato Campo, «nasce anche dalle scelte strategiche che la Regione Abruzzo ha fatto. Il campus dell’automotive rappresenta una scelta giusta. La Ferrovia Adriatico Sangritana serve già molto bene il polo automobilistico, rappresentato in primis dalla Sevel. Gli sforzi profusi dovrebbero andare in questa direzione, nella creazione di un polo di servizi che va dalla ricerca alla logistica e Sangritana può assumere il ruolo di team leader. Fare 13 poli di innovazione in Abruzzo è un’esagerazione», ha precisato Campo, «non abbiamo 13 eccellenze. L’automotive, al contrario, lo è. Aiutiamo Sangritana ad integrare i servizi cargo. Sangritana risulta strategica anche per il turismo. In altre parole, per la Regione Abruzzo l’essere proprietaria di una ferrovia regionale di tale livello deve aiutare ad assumere posizioni più autorevoli anche nei confronti di Trenitalia»,


In merito alla riforma regionale dei trasporti, (il prossimo tavolo è stato convocato per il 5 giugno), Campo ha annunciato che «già in questa prima fase di accorpamento delle aziende che si occupano di trasporto su gomma, quali Arpa e GTM, si dovrà tener conto della Sangritana. Questa è la proposta unitaria che le diverse sigle sindacali avanzeranno al Presidente Gianni Chiodi».
Il presidente della Sangritana, Pasquale Di Nardo, che ha accompagnato il segretario regionale della UIL nella visita aziendale, ha precisato che «le sinergie sono state, fin dall’inizio, il must del C.d.A. da me presieduto. La politica è condivisione e dare risposte ai problemi dei cittadini. E’ ormai tempo di fare squadra anche con altre regioni,(ribadendo il concetto già espresso a Bari dal Presidente della Regione, Gianni Chiodi), di unire le forze con il preciso intento di contrastare una crisi che sta paralizzando tutto il sistema produttivo»