RICOSTRUZIONE

L’Aquila, ore febbrili in Senato alla ricerca di fondi

Pubblicato su Gazzetta Europea bando sede comune

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2835

L’Aquila, ore febbrili in Senato alla ricerca di fondi




ROMA. Sono ore febbrili per L'Aquila e il cratere. Oggi proseguirà l’esame degli emendamenti.
«A Roma finalmente si torna a parlare di noi, nei livelli più alti del governo», commenta soddisfatta la senatrice del Pd, Stefania Pezzoapane. «Non sarebbe accaduto se il Sindaco non avesse alzato i toni, se io non avessi presentato emendamenti al decreto emergenze in discussione al Senato».
La senatrice è da giorni in stretto contatto con il sottosegretario Giovanni Legnini e nelle ultime ore con i collaboratori di ministro Trigilia, coinvolgendo anche parlamentari di altri gruppi politici, per strappare il massimo dei risultati e far fare al governo appena insediato un salto di qualità.
«Lavorerò per recuperare quanto la commissione bilancio ha ingiustamente bocciato», spiega Pezzopane.
«Servono le risorse per la ricostruzione, per far partire i cantieri. E servono subito».
L’emendamento più importante riguarda il miliardo e 400 milioni per la ricostruzione del cratere, poi c’è quello sul patto di stabilità per i comuni del cratere, per consentire di sviluppare investimenti nelle opere pubbliche. Altri due riguardano la tutela dell’Asm nella filiera dei rifiuti e la proroga dei precari. E poi altri sull’assistenza alla popolazione e non solo.
«Faccio appello a tutti i parlamentari abruzzesi ad andare oltre le logiche d’appartenenza politica e a considerare solo quella territoriale», chiede Pezzopane.
«Oltre agli emendamenti, chiaramente c’è bisogno di una legge organica, lo ripetiamo da quattro anni, qualcuno se n’è accorto solo ora. Esiste una legge d’iniziativa popolare, che va rivista e corretta, ma può rappresentare una solida base di partenza. Se, tuttavia, non arriveranno le risorse per sbloccare i cantieri e riattivare le speranze, sarà difficile pensare a leggi organiche».

PUBBLICATO SU GAZZETTA EUROPEA BANDO SEDE COMUNE =
Intanto è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Europea di sabato scorso, 25 maggio, l'avviso di gara per l'appalto integrato, ossia relativo al progetto esecutivo e a quello definitivo, oltre che all'affidamento dei lavori di recupero e consolidamento, di Palazzo Margherita, sede, fino alla data del sisma, del Comune dell'Aquila, e dell'annessa Torre Civica.
L'importo economico complessivo a base d'asta, e al netto dell'Iva, e' di 9 milioni 431mila 884,37 euro, provenienti dal decreto numero 24/2010 del Commissario alla Ricostruzione, dalla delibera Cipe numero 43/2010 e dalla donazione di Federasse Bcc.