LA PROTESTA

Aeroporto Abruzzo. Saga: sindacati verso lo sciopero

50 giorni fa richiesta di ricevere atti pubblici: «mai ricevuti»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2395

AEROPORTO




PESCARA. Cinquanta giorni fa la richiesta di accesso ai verbali delle assemblee ordinarie e straordinarie del Cda.
Ma le segreterie regionali Filt Cgil, Fit Cisl, Uil Uilt e Ugl Trasporti sono ancora in attesa.
I documenti non sono ancora arrivati a destinazione e le organizzazioni sindacali avviano la prima fase delle procedure di raffreddamento e conciliazione in vista dello sciopero. «Non si è avuto alcun tipo di riscontro», spiegano Franco Rolandi, Amelio Angelucci, Giuseppe Murinni e Luciano Pantoni, «un fatto estremamente grave alla luce tra l'altro, dell’entrata in vigore del decreto 33/2013, previsto dalla legge anticorruzione, sulla trasparenza e accessibilità degli atti pubblici».
I sindacati avrebbero voluto visionare i verbali del Consiglio di Amministrazione relativi al periodo 2011-2012-2013 (comprensivi di note allegate) e i verbali delle assemblee Ordinarie e Straordinarie dei soci della Saga S.p.a. (comprensivi di allegati) relativi al periodo 2011-2012-2013.

Perché non vengono forniti? Le sigle contestano anche la decisione della Saga di gestire «la situazione occupazionale attraverso lo strumento dei licenziamenti» o il fatto di aver disatteso le richieste di incontro.
L’8 marzo scorso l’ultima sollecitazione in tal senso, inoltrata all'attenzione del presidente della Spa Lucio Laureti. Ma anche in questo caso si è registrato il silenzio assoluto, assicurano i sindacati.
«In più di un'occasione», continuano le segreterie regionali, «abbiamo chiesto alla stessa Società e alle Istituzioni di portare alla luce quella che è la reale prospettiva dell’Aeroporto, assumendo le decisioni che siano finalizzate alla salvaguardia di uno dei pilastri di un possibile sviluppo economico e sociale della nostra Regione». Ma perché nessuno risponde?