SALUTE

Salute/ Per 7 abruzzesi su 10 la bicicletta modo migliore per stare in forma

Il 21% la utilizza almeno 3 volte a settimana

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5848

PISTA CICLABILE




ABRUZZO. Dalla città al parco, le due ruote sono diventate un must.
Per 1 abruzzese su 2 la bici e’ sinonimo di rispetto dell’ambiente e ben 7 su 10 arrivano a percorrere anche fino a 5 km al giorno
aiuta a fare una vita meno sedentaria, consente di risparmiare tempo e denaro, trasmette benessere fisico e mentale. Per gli abruzzesi e’ “bici-mania” e il 70% di loro arriva a percorrere anche 5 km al giorno cavalcando la tendenza del momento, ovvero il “Well-biking”. Circa 2 su 10 (21%) dichiarano di utilizzare la bicicletta almeno 3 volte a settimana sia che si tratti di andare a fare la spesa (36%) o una semplice passeggiata (52%) e 2 abruzzesi su 10 (20%) la scelgono anche come mezzo migliore per i suoi spostamenti. Per quasi 6 abruzzesi su 10 (62%) l’uso della bicicletta aiuta soprattutto a stare in forma e in salute, mentre circa il 49% inforca le due ruote per promuovere il rispetto dell’ambiente e stare in contatto con la natura (38%). I vantaggi dell’andare in bici? Il relax mentale che ne consegue (46%), risparmiare i soldi della benzina e dei mezzi pubblici (33%) e rappresenta un modo piacevole di stare in forma (40%).
É questo quanto emerge da uno studio promosso da Belte’, condotto attraverso circa 196 interviste telefoniche su un campione casuale di abruzzesi che usano la bicicletta, in eta’ tra i 18-65 anni, per verificare tic e manie degli abruzzesi in bici.
La bella stagione favorisce senz’altro gli abruzzesi a prendere dimestichezza con le due ruote (43%) ma qual e’ il motivo principale che li spinge a prendere la bici? La maggioranza (51%) sale in sella per farsi la classica passeggiata al parco. Ma adesso, anche tra gli abruzzesi, prende piede anche l’abitudine di utilizzarla per le attivita’ pratiche della vita quotidiana come fare la spesa (36%,) e mezzo ideale per spostarsi (27%). E non mancano coloro che sono spinti a pedalare dalla voglia di tenersi in forma fisicamente (39%) e mentalmente (41%).

LE PROBLEMATICITA’
Quali sono le problematicità che incontrano nell’andare in bici? Circa 4 abruzzesi su 10 (38%) indicano soprattutto l’imprudenza degli automobilisti, seguita dalla mancanza di piste ciclabili e corsie preferenziali in città. Nonostante ciò ben 7 abruzzesi su 10 (70%) arrivano a pedalare fino a 5 km. Il 17% degli intervistati percorre dai 5 ai 10 km, mentre il 7% si attesta in media tra i 10 e i 15 km. Dove si e’ soliti andare in bicicletta? Strano ma vero si pedala di piu’ per le vie trafficate della citta’ (40%), rispetto alla periferia e alla campagna, che insieme arrivano al 24%, e al parco (19%). Quante volte alla settimana gli abruzzesi decidono di prendere la bici? Circa 2 su 10 (21%) si muovono in bicicletta almeno tre volte alla settimana, mentre gli stakanovisti dei pedali che la utilizzano tutta la settimana sono il 14% e infine l’11% degli intervistati la riscopre solo nei week end.

I VANTAGGI
Ma quali sono i vantaggi dell’andare in bici? Dalle risposte emerge come l’aspetto salutistico sia il piu’ associato al mondo delle biciclette; secondo la maggioranza, infatti, pedalare rilassa e trasmette benessere interiore (46%), aiuta a fare una vita meno sedentaria (31%), a stare in forma facilmente, con gusto e in modo piacevole (40%). Ad emergere e’ anche l’altra anima delle bici, quella volta maggiormente alla cura dell’ambiente; i calabresi preferiscono i pedali per salvaguardare l’ambiente (50%) e stare piu’ a contatto con la natura (38%) e perché è il modo più facile e immediato per abbassare l’inquinamento in città (22%).
Alla domanda su quale oggetto ritengono indispensabile avere con sé quando si e’ in bici, gli abruzzesi non si smentiscono e mettono al primo posto il telefonino o lo smartphone (47%), seguito da una percentuale consistente (32%) che non rinuncerebbe mai a portarsi dietro una bibita fresca, soprattutto acqua minerale (89%) e the’ freddo (7%), di gran lunga preferiti a integratori (3%) e succhi di frutta (1%).