AMBIENTE

Abruzzo. Comitato Via, arriva il no alla Spectrum. Rinvio su Nicolaj.

Bloccato progetto di energia rinnovabile ad Atessa

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2631

Antonio Sorgi

Antonio Sorgi




ABRUZZO. Il Comitato di coordinamento regionale per la valutazione di impatto ambientale, coordinato da Antonio Sorgi, nella giornata di ieri ha esaminato diversi progetti.
Si è registrato qualche rinvio ma anche importanti no. Come quello piombato sulla richiesta della società Spectrum Geo Ltd, che interessa tutta la costa adriatica abruzzese, di premessi di prospezione in Mare Adriatico. «Parere non favorevole».
Quella proposta dalla Spectrum è una delle più ampie campagne di ricerca di idrocarburi mai avvenuta in Adriatico in quanto l'azienda vorrebbe condurre queste attività spaziando dall'Emilia Romagna alla Puglia passando per l'Abruzzo, da Rimini a S. Maria di Leuca.
Il consiglio regionale abruzzese già il 20 settembre 2011 aveva votato all'unanimità una mozione per impegnare il presidente Chiodi ad avversare il progetto.
Il Comitato Via ha rinviato, invece, la decisione per la richiesta della società New Edy Srl di Montesilvano per la gestione di un impianto di messa in riserva e trattamento di rifiuti speciali. 


Rinvio anche per la richiesta della società Nicolaj Srl di Città Sant'Angelo per l'impianto di depurazione delle acque per scarico nel fiume Fino asservito alla piattaforma di trattamento e recupero dei sedimenti di dragaggio fluviali marino-costieri.
Nei giorni scorsi la procura di Pescara ha disposto proprio per i proprietari della Nicolaj la misura interdittiva di divieto di contrattazione con la pubblica amministrazione. Non si sa al momento se questo provvedimento abbia influito o meno sulla richiesta della Commisisone. Se tuttavia la disposizione dovesse resistere ai diversi ricorsi degli indagati (anche per corruzione) sarebbe impossibile per la ditta continuare ad avere rapporti con qualsivoglia ente pubblico.  
Parere favorevole, invece, alla richiesta della società Sama Srl di San Valentino in Abruzzo Citeriore per il rinnovo dell'autorizzazione all'esercizio dell'attività estrattiva e del ripristino ambientale della cava di gesso.


Parere favorevole, con l'irrogazione di una sanzione amministrativa, anche alla richiesta della società Energia Verde Spa di Spoltore-Cepagatti alla realizzazione di un Parco per la produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile costituito da due impianti idroelettrici sul Fiume Pescara. Dunque c'è i ldefinitivo via libera alla variante del progetto delle più note "centraline sul fiume Pescara" al centro degli interessi degli ambientalisti che ne avevano contestato il progetto difforme da quello approvato. Anche il Comune aveva chiesto compensazioni ambientali.

SOSPESA PROCEDURA IMPIANTO RIFIUTI A CASALBORDINO
Via libera al Comune di Palena per bonificare l'area di discarica di rifiuti solidi urbani in località Carrera. Sì al Comune di Monteodorisio per il progetto di bonifica e messa in sicurezza permanente dell'ex discarica comunale.
Il Comune di Pennadomo potrà procedere con la bonifica dell'area di discarica Rsu così come il Comune di Villamagna per la bonifica dell’ex discarica comunale, relativa a due richieste.
Il Comitato Via ha dichiarato «non esaminabile», invece, la richiesta del Comune di Bucchianico per l'area ecologicamente attrezzata - realizzazione di area da destinare a insediamenti produttivi.
Ha sospeso la procedura di richiesta della società "S.C. Srl" di Casalbordino per il progetto di realizzazione di un impianto di trattamento rifiuti inerti non pericolosi. Ha rigettato ai sensi dell'art.10 bis della legge 241/90, la richiesta di Abruzzo Rinnovabile di Atessa per la realizzazione di un impianto per la produzione di energia da fonte rinnovabile.