PROTESTE

Consorzio bonifica Sud, allarme delle organizzazioni alla vigilia della campagna irrigua

Impossibilità ad operare, dimissioni dei rappresentanti

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1437

Consorzio bonifica Sud, allarme delle organizzazioni alla vigilia della campagna irrigua




CHIETI. Coldiretti, CIA e Copagri della provincia di Chieti esprimono forte preoccupazione ed allarme per la grave situazione di stallo in cui versa il Consorzio di Bonifica Sud da diversi mesi.
La mancata collegialità all’interno dell’Organismo dirigente e l’impossibilità ad operare hanno portato alle dimissioni dei rappresentanti del mondo agricolo dalla Deputazione Consortile.
A pochi giorni dall’inizio della campagna irrigua non si sa se il consorzio sarà in grado di fornire e garantire il servizio irriguo a migliaia di utenti. Coldiretti, CIA e Copagri, nel ribadire il fondamentale ruolo del Consorzio al servizio dell’agricoltura, rimarcano «il senso di responsabilità e l’impegno propositivo finora profuso per consentire all’Ente di assolvere alle funzioni istituzionali».
Il ripristino dell’Organismo di governo del Consorzio e l’inversione di tendenza nell’operato dello stesso rappresentano, ad avviso di Coldiretti, CIA e Copagri, gli elementi sui quali fondare il nuovo percorso dell’Ente. «Collegialità, trasparenza, gestione oculata e servizi adeguati a fronte dei canoni corrisposti dagli utenti sono le condizioni imprescindibili per ridare credibilità, funzionalità ed efficacia al Consorzio e soprattutto garantire un servizio irriguo che dovrà essere necessariamente erogato a partire dal 1° Aprile».
Coldiretti, CIA e Copagri annunciano che in assenza, in tempi celeri, di decisioni coerenti e comportamenti conseguenti promuoveranno iniziative ed azioni per la salvaguardia dei legittimi interessi delle aziende agricole associate.