VERSO LE ELEZIONI

Abruzzo/Movimento 5 Stelle, «lontani dalle tv abbiamo riportato politica nelle piazze»

Venerdì 10 pullman a Roma per Grillo. Maxi schermo a Pescara

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4313

Abruzzo/Movimento 5 Stelle, «lontani dalle tv abbiamo riportato politica nelle piazze»
ABRUZZO. Un tour de force quello che sta facendo Beppe Grillo in tutta Italia.





Ma un tour de force lo stanno facendo anche gli attivisti locali del Movimento 5 Stelle che come il loro mentore evitano accuratamente la televisione e preferiscono la piazza.
«Abbiamo riportato la politica nel luogo originale tra la gente, parlando “da cittadini comuni” ad altri “cittadini comuni”». Una scelta in controtendenza rispetto a tutti gli altri candidati che da sempre (con picchi enormi negli ultimi due decenni) sgomitano negli studi televisivi. Una scelta che ad un certo punto sembrava arrivata al capolinea con Grillo che aveva annunciato un’apparizione a SkyTg24, poi saltata all’ultima ora.
C’è attesa per la chiusura della campa elettorale, venerdì pomeriggio, con l’ultima tappa dello tsunami tour (ribattezzato ‘boom day’), in piazza San Giovanni, nella capitale. Gli attivisti abruzzesi si sono organizzati: nonostante sia un giorno lavorativo, partiranno alla volta di Roma più di 10 autobus per partecipare al bagno di folla. Ma in tanti resteranno qui, a guardarlo in diretta streaming. A Pescara sarà allestito anche un maxi schermo in via Roma a partire dalle 18 per seguire l’evento. Dalle 16 i candidati al Parlamento incontreranno i cittadini.
«Non solo Beppe ha riempito le piazze d’Italia», commentano gli attivisti abruzzesi, «ma anche i nostri portavoce candidati alla Camera e Senato hanno incontrato migliaia di persone muovendosi capillarmente in tutto il territorio». Una faticaccia. Non lo dicono apertamente, ma è evidente : «senza contributi pubblici, senza sedi, senza strutture, senza giornali, senza televisioni, senza candidati pregiudicati, senza candidati presenti in passato in Parlamento, senza faccioni civetta presentati come capilista in tutta Italia, senza compromessi, senza inciuci…».
In meno di un mese, sono stati allestiti gazebo informativi e organizzate battute di volantinaggio raggiungendo più di 150 comuni della regione, circa 80 incontri con la cittadinanza nelle varie città. Hanno svolto incontri tematici con le associazioni, i comitati di cittadini e i sindacati. Chiuderanno la campagna elettorale abruzzese giovedì con un volantinaggio a tappeto nell’area industriale della Val di Sangro, sulla costa teramana, nelle città di Chieti, Pescara e Teramo e con l’incontro pubblico all’Aquila in cui saranno presenti la capolista al Senato Enza Blundo e della Camera dei deputati Gianluca Vacca.
«Chi diceva che siamo dei dilettanti aveva ragione», dicono. «Noi non siamo dei professionisti della politica ma abbiamo dimostrato di non essere affatto allo sbaraglio. Abbiamo dimostrato che sappiamo organizzarci e siamo in grado di riportare la politica tra la gente. Noi siamo prestati temporaneamente alla politica e, dopo di noi, ne arriveranno altri a prendere il nostro posto».
Il più è fatto: pochi giorni e si tireranno le somme. Per tutti. Per il Paese.