FONDI PUBBLICI

Abruzzo/“Start up Start Hope”, dare speranza alle imprese: finanziamenti per 9 mln di euro

Il fondo è gestito dalla Fira. Previsti team di specialisti per aiutare gli imprenditori

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3504

SEDE FIRA ABRUZZO





ABRUZZO. Questa mattina, a Pescara, presso la sala Petruzzi del Museo delle Genti d'Abruzzo, vi è stata la presentazione dei bandi per le imprese “Start Hope”.
 Si tratta di un bando che sostiene nuove imprese innovative operanti in Abruzzo, attraverso la partecipazione al capitale di rischio.
Il fondo promuove l'incentivazione di investimenti aziendali volti alla ricerca applicata, allo sviluppo precompetitivo e allo start up di attività e processi innovativi, in particolare quelli ambientali e di efficienza energetica. Alla presentazione del fondo sono intervenuti i vertici dell'Esecutivo regionale.
Nello specifico, le modalità di investimento del fondo “Start Up Start Hope" prevedono che la partecipazione al capitale sociale delle piccole nuove imprese, costituite/costituende sotto forma di società di capitali, sia minoritaria (non inferiore al 15% e non superiore al 45%) per un importo massimo di 1 milione 500 mila euro per impresa e per una durata massima di cinque anni.
Le piccole nuove imprese innovative interessate dal bando devono essere costituite ed attive da non oltre 48 mesi, nella forma giuridica di società di capitali, oppure essere società costituende nella stessa forma giuridica ma la maggioranza deve essere detenuta da persone fisiche. Attraverso la valutazione dei business plan vengono individuate le proposte progettuali che apportano un vantaggio competitivo sostenibile nel tempo, in settori sia innovativi che tradizionali.
In relazione alle tipologie di investimento ammesse, gli interventi sono classificati come seed capital (investimenti per studiare, valutare e sviluppare un progetto iniziale), start up capital (sviluppo del prodotto e commercializzazione) ed expansion capital (aumentare la capacità produttiva e favorire lo sviluppo di mercato o di un prodotto).
Le domande devono essere presentate on line, all'interno dell'applicativo web disponibile su www.starthope.it, a partire dal sessantesimo giorno successivo a quello della pubblicazione sul BURA e fino al 30 giugno 2015.
A valutare le idee presentate sarà una commissione di esperti che effettua lo screening della documentazione presentata analizzando il business plan, il grado di innovatività, il vantaggio competitivo, il team proponente e dei criteri di premialità. Il superamento della fase di screening dà avvio alla fase negoziale. La cessione delle quote acquisite avviene entro e non oltre 5 anni dalla data di acquisizione. In ogni caso, un team di tutor individuato dalla Fira sarà a disposizione dei soggetti e delle imprese proponenti che potranno beneficiare di un supporto metodologico per la realizzazione del business plan.