POLITICA

Teramo/ Chiodi in visita all’Izs. Ruffini protesta: «è campagna elettorale»

«Assente per 4 anni, perché ci va adesso?»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1533

Teramo/ Chiodi in visita all’Izs. Ruffini protesta: «è campagna elettorale»

Claudio Ruffini

TERAMO. Il presidente della Regione Abruzzo visiterà nelle prossime ore, dopo 4 anni dal suo insediamento l'IZS di Teramo.
Per il consigliere regionale del Partito Democratico, Claudio Ruffini, questa visita sarebbe «inopportuna» in quanto «ci troviamo in campagna elettorale e non si comprende come mai Chiodi abbia deciso proprio adesso di andare a visitare l'IZS».
«Poteva farlo prima ma non l'ha fatto», continua Ruffini, «e adesso si presenta senza alcuna rappresentanza regionale, in una maniera sospetta che lascia pensare che dietro tale visita ci siano fini esclusivamente elettorali».
«In 4 anni», insiste il consigliere d’opposizione, «Chiodi non si è mai fatto vedere nè sentire all'IZS, a pochi passi dalla sua residenza, nonostante l'Istituto abbia attraversato diverse vicissitudini: dal commissariamento durato per decenni alla ricomposizione del cda , dal taglio delle risorse finanziarie regionali ad alcuni progetti specifici, alla chiusura del Centro di biologia marina di Giulianova. Chiodi è stato assente in queste vicende ed adesso vuole andare a rivendicare quali meriti?» chiede Ruffini.
Per l’esponente del Partito Democratico l'IZS di Teramo «si è retto in piedi grazie alla sue professionalità espresse da tutti i dipendenti, dalla partecipazione ai bandi europei ed ai relativi finanziamenti. Dalla Regione Abruzzo del teramano Chiodi non è arrivato nulla, nemmeno un sostegno morale. La "sfilata" sà tanto di vecchia politica, altro che "l'Abruzzo si distingue" coniato dalla Pdl abruzzese. Se Chiodi voleva davvero visitare l'IZS allora perchè non si presenta con assessori e consiglieri regionali? La verità è una sola: i conti in casa Pdl non tornano ed allora Chiodi, da buon ragioniere quale si è dimostrato finora in Regione Abruzzo, ha deciso di abbandonare le vesti del presidente per quelle del candidato».


L’INCONTRO
Ad accogliere la delegazione regionale, della quale facevano parte anche gli assessori regionali alla sanità veterinaria e al turismo, il Direttore generale dell'Istituo, Fernando Arnolfo, il Direttore sanitario, Giacomo Migliorati, i membri del nuovo CdA, il Collegio dei Revisori, nonché la Dirigenza ed il comparto operante nell'Ente.
«La visita della delegazione regionale», commenta una nota inviata dal presidente, «conferma l'impegno della Regione Abruzzo di camminare al fianco delle Istituzioni sostenendole in un momento di particolare difficoltà, ma cruciale per il consolidamento di traguardi faticosamente raggiunti. Per l'Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Teramo, in particolare, si tratta di riaffermare il riconoscimento del ruolo fondamentale nelle attività di cooperazione internazionale, nei settori della sanità pubblica veterinaria, igiene e sicurezza alimentare per un corretto equilibrio del rapporto uomo-animale-ambiente, ma anche nel potenziamento della rete degli Istituti Zooprofilattici Sperimentali italiani e nella collaborazione con gli Enti del territorio, in particolare con i Servizi di Sanità Pubblica e le Università». Nel corso della conferenza stampa che ha preceduto la visita ai laboratori, è stato annunciato che l'Istituto Zooprofilattico realizzerà all'Aquila, in un'area di proprietà della superficie circa di 10 ettari, il Centro Mondiale per la Sicurezza Alimentare che offrirà la possibilità di rafforzare le potenzialità di sviluppo dell'aquilano, con positivi riflessi sull'intero territorio regionale e sulla regione Molise.