Via libera al progetto di riunificazione del bacino sciistico Passolanciano-Maielletta

Nasuti: «oggi giornata storica»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1817

Via libera al progetto di riunificazione del bacino sciistico Passolanciano-Maielletta

Nasuti e Di Stefano




ABRUZZO. «Quella di oggi è una data storica, perché finalmente è stato scardinato un sistema che per 40 anni ha impedito lo sviluppo turistico di un territorio».
Lo ha detto il presidente della Commissione Bilancio del Consiglio regionale Emilio Nasuti, a margine della riunione – che si è tenuta stamattina a Pescara – per la formalizzazione del progetto di riunificazione del bacino sciistico Passolanciano-Maielletta.
Durante l’incontro è stato raggiunto un accordo tra le Province di Chieti e Pescara, e i Comuni di Pretoro (che sarà capofila del progetto), Rapino, Roccamorice, Serramonacesca e Lettomanoppello, che permetterà finalmente di creare un grande bacino sciistico della Maiella. La Regione contribuirà con un finanziamento di 2 milioni e 800mila euro di fondi Fas, che saranno utilizzati per la realizzazione di nuovi skilift e servizi aggiuntivi lungo tutto il percorso delle piste.
«Stiamo lavorando su questo progetto – ha spiegato Nasuti – da 2 anni e mezzo. Ora siamo arrivati alle battute finali: dopo le delibere dei consigli comunali e provinciali, si potrà partire con la gara d’appalto, che contiamo di bandire entro la fine di quest’anno. E’ un grande risultato, perché per troppi anni il bacino sciistico di Passolanciano-Maielletta è rimasto al palo, nonostante quelle piste siano le più vicine alla costa e alle principali aree urbane della regione. Ora l’auspicio è che anche gli imprenditori privati facciano squadra come sono riuscite a fare le istituzioni, in modo che questo piano di sviluppo possa avere una forza ancora più grande».