POLITICA E AMBIENTE

Abruzzo/La proposta dei Fratelli d’Italia: «abolire il Parco della Costa Teatina»

«Impedire di imbalsamare lo sviluppo turistico»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1759

Abruzzo/La proposta dei Fratelli d’Italia: «abolire il Parco della Costa Teatina»
CHIETI. Durante la conferenza stampa di Fratelli d'Italia di ieri mattina a Chieti Scalo, tanti gli argomenti discussi dai candidati locali.

Il capolista al Senato del neonato movimento di Giorgia Meloni e Guido Crosetto , Antonio Tavani e Etelwardo Sigismondi, , consigliere di minoranza al comune di Vasto, hanno lanciato la prima proposta di legge: abolizione del parco della costa teatina.
Tavani e Sigismondi hanno spiegato che la tutela della fascia costiera può e deve essere garantita attraverso altri strumenti quali ad esempio il piano di rigenerazione della costa, che va comunque garantita, attraverso progetti come la Via Verde, e la copianificazione tra i comuni coinvolti.
Il Parco secondo Tavani e Sigismondi «è un'imposizione di un'ideologia di sinistra che paralizza in realtà la costa, poichè l'unico effetto è quello di imbalsamare lo sviluppo turistico del territorio e creare un nuovo carrozzone politico che serve ad elargire prebende ed incarichi ad amici e parenti».
Tavani ha poi chiesto lealtà ai partiti della coalizione di centrodestra in Abruzzo: «facessero propaganda e chiedessero voti per i loro candidati sia alla Camera che al Senato, anche quando si tratta di candidature imbarazzanti».
«Noi di Fratelli d'Italia stiamo portando avanti il progetto politico di Giorgia Meloni e Guido Crosetto nella linea del rinnovamento e lo stiamo facendo con l'onestà intellettuale di promuovere i nostri candidati sia alla Camera che al Senato. Siamo gente onesta e decisa, abituata a dare risposte al territorio e ai cittadini, siamo soliti mettere le nostre facce, le nostre esperienze, le nostre competenze di fronte al simbolo politico.
Questa campagna elettorale dimostra che non tutti sono in grado di fare lo stesso, c'è chi preferisce nascondersi dietro un simbolo di partito e, imbarazzati forse dalle scelte del vertice romano, conduce una campagna elettorale che sembra incoerente con il territorio».
Tra le altre proposte annunciate la necessità di considerare le giovani generazioni attori della nuova politica e non più destinatari, la necessità di far ripartire le imprese per tornare a crescere e creare occupazione, la necessita' di inserire un tetto massimo per la pressione fiscale in Costituzione, la proposta di restituzione dell'IMU agli italiani tramite l'emissione straordinaria di BOT.
«E’ una proposta sostenibile e di molto antecedente a quella di Berlusconi», hanno assicurato i Fratelli d’Italia.