BANDO E CONTESTAZIONI

Provincia di Pescara, bando contestato: Testa contro Acerbo: «falsità elettorali»

«Bugie per accaparrarsi precari- elettori»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2115

Provincia di Pescara, bando contestato: Testa contro Acerbo: «falsità elettorali»

Guerino Testa




PESCARA. «Acerbo e Allegrino sono in malafede perche' dicono cose inesatte e strumentali solo per fare campagna elettorale. Forse sono in cerca di precari-elettori da confondere in vista dell'imminente voto per le politiche?».
Cosi' il presidente della Provincia Guerino Testa risponde a Maurizio Acerbo e Antonella Allegrino che hanno contestato l'avviso pubblicato dalla Provincia nei giorni scorsi per la costituzione di graduatorie di esperti a valere sul Fondo sociale europeo in materia di programmazione, gestione e controllo e per i servizi specialistici dei Centri per l'impiego.
«Contrariamente a quanto dice Acerbo l'amministrazione Testa non ha precari da sistemare - prosegue il presidente. Non ha, molto semplicemente, precari di alcun tipo. Non ha illuso nessuno e ha puntato fin dal principio su incarichi professionali affidati a specialisti che sono stati selezionati con avvisi pubblici controllati e validati da Regione e Unione Europe».
Questi avvisi, ha spiegato l'assessore alle Politiche del Lavoro Antonio Martorella, «hanno consentito alla Provincia di avvalersi delle migliori professionalita' del settore, puntando quindi solo sul merito. Tra gli specialisti che hanno lavorato con noi in questi due anni ci sono, peraltro, anche alcuni professionisti che Acerbo e Allegrino chiamano precari, cioe' persone che l'ex amministrazione precedente ha assunto con contratti a tempo determinato, poi ripetuti nel tempo».
Martorella spiega poi nel dettaglio che il bando «non e' affatto preconfezionato, e' apertissimo e offre alle migliori professionalita' reperibili sul mercato la possibilita' di collaborare, per 9 mesi, nell'attuazione di interventi di politica del lavoro». 


Quando Acerbo e Allegrino parlano di avviso confezionato su misura sono «superficiali e disattenti», dice sempre l'assessore, «dal momento che la valorizzazione prevista per chi ha gia' collaborato con noi e' di appena 0,30 punti al mese. Vale a dire pesera', al massimo, nella misura di 7 punti su 100. Tutti gli altri hanno dunque a disposizione 93 punti su 100. La motivazione di questa scelta e' dettata dalle significative novita' regolamentari e organizzative intervenute negli ultimi due anni, dai tanti servizi e nuovi sportelli attivati nei nostri Centri per l'Impiego sulla base di un Piano di rilancio elaborato a novembre 2011. E dalla necessita' di avere collaboratori esperti immediatamente operativi nel contesto provinciale in grado di fornire risposte ai cittadini dal primo giorno»
«Oltretutto - prosegue l'assessore - l'avviso prevede una selezione per titoli e colloquio. Chiunque ha la possibilita' di farsi valere e di arrivare nei primi posti delle graduatorie».
L’assessore chiarisce inoltre che il punteggio di 1,50 si riferisce alla valorizzazione di chi ha lavorato in interventi a valere sul Fondo Sociale Europeo negli ultimi due anni, in tutta Italia, non solo nella Provincia di Pescara.
«Va detto poi - prosegue Testa - che le professionalita' incaricate (e non assunte) dalla Provincia nel corso degli ultimi due anni non pesano, neanche per 1 euro, sul falcidiato bilancio provinciale. Ma hanno consentito a Pescara di diventare una Provincia modello nell'attuazione delle politiche del lavoro e nell'erogazione dei servizi all'impiego. Ritengo, peraltro, che l'avviso appena pubblicato sia quanto mai necessario in un momento di crisi come quello che stiamo vivendo. E questa scelta era l'unica possibile, considerando la spending review ed i tagli al bilancio provinciale che ne sono derivati. Forse - conclude Testa - ad Acerbo ed alla Allegrino mancano argomenti seri di proposta in campagna elettorale, non riuscendo ad accettare che un'amministrazione di centrodestra abbia preso a cuore la qualita' dei servizi pubblici per cittadini e imprese, come quelli del lavoro e della formazione».

LA RISPOSTA DI ACERBO
Acerbo commenta la risposta di Testa dal proprio profilo Facebook: «stamattina (ieri per chi legge, ndr) Guerino mi ha detto di non conoscere il bando. Nel pomeriggio ha firmato con l'assessore Martorella un comunicato assai velenoso. Domani (oggi, ndr) faranno conferenza stampa almeno un obiettivo l'ho raggiunto per ora:il presidente Testa si sarà letto il bando».