VIDEOGAMES

Programmò videogames più scaricato del mondo. Oggi torna a lavorare nella sua Lanciano

Marco Rapino, 30 anni, sviluppatore di Angry Birds

Redazione Pdn

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

8851

Marco Rapino

Marco Rapino




LANCIANO. Chissà quanti hanno appena smesso di giocare sul proprio cellulare ad Angry Birds, il video game più scaricato al mondo, vero e proprio fenomeno planetario.
Forse, però, in pochi sanno che uno degli sviluppatori di questo appassionante gioco è un abruzzese. Si chiama Marco Rapino, programmatore, compirà 30 anni il prossimo 30 ottobre, e dopo 5 anni come responsabile programmatore alla Rovio, la società di Helsinki che produce e distribuisce Angry Birds (63 milioni di fatturato ed oltre 1 miliardo di download), ha scelto di tornare a Lanciano e di scommettere sull’Italia per un nuovo e avvincente progetto.
La storia di Marco Rapino, cervello abruzzese partito e poi tornato nella sua regione, è raccontata dalla web tv VideoCittà.it. Un racconto che testimonia la volontà e la fiducia che tanti ragazzi hanno ancora per il loro Paese.
«Un Paese – dice Marco – che ha sì grandi problemi, ma su cui bisogna ancora investire e che, credo, ha tantissimo da offrire ai suoi giovani. Da quando sono tornato qui ho trovato attorno a me persone qualificate che non hanno avuto la fortuna di trovare l’appoggio di aziende capaci di investire sulle risorse umane. Con i risparmi accumulati all’estero si vive meglio in Italia».
Il prossimo progetto vedrà la luce verso maggio 2013: un videogame per piattaforma Apple e Android. 


* L'INTERVISTA INTEGRALE