SOLIDARIETA'

Sabato anche in Abruzzo la giornata della raccolta del farmaco

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

889

Sabato anche in Abruzzo la giornata della raccolta del farmaco




ABRUZZO. Sabato prossimo, 9 febbraio, si svolgerà anche in Abruzzo la dodicesima Giornata Nazionale di Raccolta del Farmaco, promossa a livello nazionale dalla Fondazione Banco Farmaceutico Onlus, in collaborazione con Federfarma e Compagnia delle Opere – Opere Sociali. Recandosi nelle farmacie che espongono la locandina del Banco Farmaceutico, si potrà acquistare e donare un farmaco da automedicazione a chi oggi vive ai limiti della sussistenza.
Gli organizzatori consegneranno i farmaci donati sabato prossimo a varie associazioni di volontariato ed enti caritatevoli convenzionati con il Banco Farmaceutico in Abruzzo, che assistono migliaia di bisognosi: Centro di accoglienza "Dono di Maria" (Giulianova), Associazione "On the Road" onlus (Martinsicuro), Banco di Solidarietà di Teramo (Teramo), Associazione Bambini di Betania (Tortoreto), Gruppo Volontariato Vincenziano "Parrocchia San Francesco Caracciolo" (Chieti), Caritas diocesana Chieti-Vasto (Chieti), Ass. "Querce Antiche Onlus" (Chieti), Emozioni (Francavilla al Mare), Banco di Solidarieta di Lanciano e Ortona (Lanciano), Parrocchia Maria SS Assunta (Paglieta).
Nelle numerose farmacie aderenti ci saranno centinaia di volontari che spiegheranno l’iniziativa ai cittadini. Gli stessi farmacisti, rispetto alla domanda degli enti assistiti, consiglieranno il tipo di medicinale di automedicazione, contrassegnato dal bollino rosso, di cui è maggiormente avvertita la necessità.
La Fondazione Banco Farmaceutico Onlus ha lo scopo di aiutare le persone indigenti rispondendo al loro bisogno farmaceutico, attraverso la collaborazione con le realtà assistenziali che operano localmente. «I farmaci», spiegano gli organizzatori, «rappresentano in molti casi l’unica via di salvezza e diventano ancora più essenziali quando non ci si può permettere le cure necessarie. Ecco, allora, che il semplice dono di un medicinale è un atto d’amore e di civiltà verso quella fascia di popolazione meno fortunata. Si tratta di un importante gesto di gratuità e condivisione che, in questo periodo di crisi economica, aiuta i più poveri e che ridesta chi vi partecipa, generando un soggetto nuovo».
La Giornata Nazionale di Raccolta del Farmaco si svolge sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e grazie al sostegno di Anifa (Associazione nazionale delle industrie farmaceutiche dell’automedicazione) e dei farmacisti che aderiscono all’iniziativa.