PESCA

Abruzzo. La Regione anticiperà i fondi alla marineria pescarese

Lunedì riunione operativa all'Inps per definire spettanze

Redazione Pdn

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

3315

Abruzzo. La Regione anticiperà i fondi alla marineria pescarese


PESCARA. Sarà la Regione ad anticipare la cassa integrazione ai dipendenti della marineria pescarese.
Lo ha comunicato questa mattina, a Pescara, nel corso di una conferenza stampa, il vertice dell'assessorato alla Pesca, non appena ricevuto il via libera dal Ministero dell'Economia.
Raccogliendo il grido d'allarme della marineria pescarese e grazie alla sensibilità degli armatori ed all'impegno della struttura tecnica dello stesso assessorato, la Regione ha individuato la soluzione che permetterà a ben 166 pescatori ed alle loro famiglie di prendere una bella boccata d'ossigeno.
Non è stata ancora quantificata la cifra ma da calcoli approssimativi dovrebbe aggirarsi tra 1 milione 200 mila euro ed 1 milione e 500 mila.
La somma in questione è parte di quei tre milioni di euro che il decreto Crescita ha destinato agli operatori pescaresi della pesca. Lunedì ci sarà un incontro presso la sede INPS di Pescara che servirà a chiarire, nel dettaglio, questi aspetti. Una volta definite le singole posizioni e le relative spettanze, verrà attivata la procedura amministrativa per l'erogazione della cassa integrazione ma, nel frattempo, i dipendenti della marineria pescarese che, nel 20012, hanno ricevuto solo tredici settimane di cassa integrazione, avranno modo di risollevarsi. Quando, poi, l'INPS concluderà l'iter buorocratico e avrà materialmente i fondi a disposizione, sarà in grado di restituire alla Regione le somme anticipate.