IL VOTO

Elezioni politiche 2013: tutto sul voto più importante degli ultimi anni

Sono 51 mln gli italiani che voteranno il 24 e 25 febbraio

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

7713

Elezioni politiche 2013: tutto sul voto più importante degli ultimi anni
ROMA.  Sono oltre 51 milioni gli italiani (51.026.177 per l'esattezza) che il 24 e il 25 febbraio prossimi, in occasione delle elezioni politiche, saranno chiamati alle urne.

Gli elettori - 24.645.449 uomini e 26.380.728 donne - saranno divisi in 61.571 sezioni elettorali. Nella stessa data si voterà anche per le regionali in Lombardia, dove gli elettori sono 7.782.245 in 9.229 sezioni, nel Lazio (4.784.798 elettori in 5.268 sezioni) e in Molise, dove sono chiamati alle urne 334.134 elettori in 393 sezioni.
Complessivamente, per le regionali, voteranno 12.901.177 persone.
Queste le date più importanti per gli adempimenti in vista delle elezioni:

- GIOVEDI' 10 GENNAIO E' LA DATA DI AFFISSIONE DEL MANIFESTO PER LA CONVOCAZIONE DEI COMIZI;

- VENERDI' 11, SABATO 12 e DOMENICA 13 GENNAIO SI DEPOSITANO I SIMBOLI ELETTORALI PRESSO IL MINISTERO DELL'INTERNO
I partiti o gruppi politici organizzati che intendono presentare liste di candidati per l'elezione della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica devono depositare al ministero dell'Interno, tra le ore 8 di venerdì 11 e le ore 16 di domenica 13 gennaio, il contrassegno con cui intendono contraddistinguere le liste stesse ed indicare la propria denominazione. Non è ammessa la presentazione di contrassegni identici o confondibili con altri già depositati o con contrassegni che riproducono simboli, elementi e diciture usati tradizionalmente da altri partiti. All'atto del deposito del contrassegno i partiti o gruppi politici possono effettuare una dichiarazione di collegamento in coalizione. Va anche depositato il programma elettorale e indicato il candidato premier. La regolarità dei simboli sarà verificata dal ministero dell'Interno il 14 e il 15 gennaio.

- DOMENICA 20 e LUNEDI' 21 GENNAIO SI PRESENTANO LE CANDIDATURE. La presentazione delle liste dei candidati deve essere effettuata presso le cancellerie delle Corti di Appello o dei Tribunali dalle ore 8 del 20 gennaio e fino alle ore 20 del 21 gennaio. A pena della nullità dell'elezione, nessun candidato può accettare la candidatura contestuale al Senato e alla Camera. Per le politiche del 2013 è stato ridotto ad a un quarto il numero delle sottoscrizioni per la presentazione di liste e candidati. La verifica della regolarità delle candidature deve esaurirsi entro il 22 gennaio.

- DA VENERDI' 25 GENNAIO INIZIA LA PROPAGANDA ELETTORALE che durerà fino alle ore 24 del 22 febbraio, quando scatta il 'silenzio elettorale'.

- ORARIO DI VOTAZIONE - Gli elettori possono votare dalle ore 8 alle ore 22 del 24 febbraio e dalle ore 7 alle ore 15 del 25.

- MODALITA' DI VOTO - Sia per l'elezione della Camera dei deputati che per quella del Senato della Repubblica l'elettore esprime il voto tracciando un solo segno (una X o un semplice tratto) sul solo contrassegno della lista prescelta. Non è possibile manifestare "voto di preferenza"; la lista di candidati è, infatti, "bloccata", cioè i nominativi sono presentati in un ordine prestabilito al momento del deposito della lista stessa. Anche nel caso di liste collegate in coalizione, il segno va sempre posto sul solo contrassegno della lista che si vuole votare e non sull'intera coalizione. In Valle d'Aosta (Camera dei deputati) e in Trentino-Alto Adige (Camera dei deputati e Senato della Repubblica), l'elettore esprime il voto tracciando un segno sul contrassegno del candidato.

- COMPOSIZIONE DELLA CAMERA DEI DEPUTATI E DEL SENATO - Il numero dei deputati è di seicentotrenta, dodici dei quali eletti nella circoscrizione Estero. Il numero dei senatori elettivi è di trecentoquindici, sei dei quali eletti nella circoscrizione Estero. E' senatore di diritto e a vita, salvo rinunzia, chi è stato Presidente della Repubblica. Il Presidente della Repubblica può nominare senatori a vita cinque cittadini che hanno illustrato la Patria per altissimi meriti nel campo sociale, scientifico, artistico e letterario.

- ASSEGNAZIONE DEI SEGGI - Ai fini dell'elezione della Camera dei deputati, il territorio nazionale è suddiviso in 26 circoscrizioni, oltre alla Valle d'Aosta, che costituisce circoscrizione a sé ed elegge un solo deputato a maggioranza dei voti. Salvo i dodici assegnati alla circoscrizione Estero, il numero dei seggi spettante a ciascuna circoscrizione si ottiene dividendo la popolazione residente secondo i dati dell'ultimo censimento ufficiale per seicentodiciotto e distribuendo i seggi in proporzione alla popolazione di ogni circoscrizione, sulla base dei quozienti interi e dei più alti resti. Il Senato della Repubblica è eletto su base regionale. Nessuna regione può avere un numero di senatori inferiore a sette; il Molise ne ha due, la Valle d'Aosta uno.

 - ELETTORATO ATTIVO - Votano per l'elezione della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica gli elettori che abbiano compiuto, rispettivamente, il diciottesimo e il venticinquesimo anno di età, entro il primo giorno della votazione.

- ELETTORATO PASSIVO - Possono essere eletti alla carica di deputato e di senatore gli elettori che abbiano compiuto, rispettivamente, il venticinquesimo e il quarantesimo anno di età, entro il primo giorno delle elezioni.

- DURATA DEL MANDATO - La Camera dei deputati e il Senato della Repubblica sono eletti per cinque anni.