SPENDING...

Regione Abruzzo, «cresce di 1 mln la spesa per la casta dei dirigenti»

La denuncia del consigliere Costantini (Idv)

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2377

Palazzo giunta regionale Abruzzo
ABRUZZO. Il bilancio dalla Giunta regionale prevede per tutto il 2013 una spesa complessiva di 10.752.572 euro da corrispondere ai dirigenti.


Di questi 4,6 milioni circa sono riservati al trattamento principale e accessorio, e altre 6,1 per retribuzione di posizione e di risultato).
In totale, dunque, un milione e 150mila euro in più rispetto a quella contenuta nel precedente bilancio, che risultava pari a 9.606.825 euro.
«Soltanto poche settimane or sono», denuncia il consigliere regionale dell’Idv Carlo Costantini, «l’assessore Federica Carpineta dichiarò ufficialmente che dal 1° gennaio 2013 ci sarebbe stato un ‘cospicuo risparmio’ sulla spesa per la dirigenza regionale. Tant’è che si spinse a quantificarlo nell’ordine di circa 4 milioni. Così non è stato, anzi. Carta canta». 


Quindi, insiste il dipietrista, non solo Carpineta «farneticava di fantasiosi risparmi poi rivelatisi inesistenti, ma deve anche dar conto di un considerevole aumento della spesa».
Il consigliere contesta anche la mancata trasparenza («è un optional») che va sempre a favore della «casta dei dirigenti». E spiega che se fino al 2011 venivano infatti pubblicate sul sito internet della Regione, le buste paga, ad oggi non si possono conoscere a quanto ammontano quelle erogate nel corso del 2012.
«Come spiega Carpineta che ci troviamo dinanzi a un forte incremento della spesa per i dirigenti?», chiede Costantini. «Perché non provvede a far pubblicare sul sito regionale, com’è accaduto in passato, le retribuzioni corrisposte ai dirigenti? Quali sono gli esiti dei nuovi criteri di valutazione della performance dei dirigenti?»


REGIONE ABRUZZO, SPESA DIRIGENTI