POLITICA

Cambiare #Sipuò, gli ‘arancioni’ arrivano anche in Abruzzo

Assemblee cittadine fino al 22 dicembre

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2147

Luigi De Magistris

Luigi De Magistris

TERAMO. Giovedì scorso negli spazi della Casa del Mutilato , si è tenuta la prima assemblea territoriale del movimento Cambiare #Sipuò.


In una sala gremita è nato il coordinamento della provincia di Teramo. Il movimento nazionale punta a presentarsi alle prossime elezioni politiche. Ad oggi, sono arrivate 7900 adesioni di singoli cittadini, ma ogni giorno se ne aggiungono altre centinaia. Si prevede quindi di raggiungere e superare l’obiettivo delle 10.000 adesioni, entro l’Assemblea di Roma del prossimo 22 dicembre.
Hanno sposato il progetto anche il magistrato Antonio Ingroia e il sindaco di Napoli Luigi De Magistris. Tra i promotori figurano nomi noti come il medico Vittorio Agnoletto, lo scrittore Massimo Carlotto, i giornalisti di Pubblico Francesca Fornario e Luca Sappino, gli artisti Sabina Guzzanti e Moni Ovada, lo scrittore e musicista Marco Rovelli e l'economista Guido Viale ma ci sono anche professori universitari, sindaci, assessori, operai, avvocati, ricercatori e studenti.
Il movimento sta sbarcando anche in Abruzzo, prima tappa Teramo dove l’altra sera è stato eletto un Comitato di coordinamento provinciale che provvederà a promuovere sui territori iniziative e incontri in provincia di Teramo.
«Obiettivo principale e base di questo nuovo movimento», spiegano gli ideatori, «è ricreare, partendo dalle persone, un soggetto politico alternativo al montismo e alle forze politiche che lo sostengono che punti alla difesa del diritto al lavoro, alla tutela del territorio e dei beni comuni, ad un’Europa dei popoli e non dei governi asserviti alle banche. Un movimento che sappia opporsi alle famigerate politiche di austerità e ridare dignità alle parole come Lavoro, Ambiente, Diritti, Giustizia Sociale, Merito e Moralità; che sappia restituire la parola ai cittadini attraverso la democrazia partecipativa e la loro presenza diretta nelle pubbliche decisioni».
Parte dall’Assemblea di Teramo un appello a tutti i cittadini «che non si sottomettono ai ricatti e alle sirene dei vecchi partiti del novecento e dei poli berlusconiani a scendere in campo al di fuori degli schieramenti. Chiediamo a tutti coloro che vogliono lottare per il futuro loro e dei loro figli, di unirsi a questa rivoluzione pacifica e democratica che parte dal noi; noi cittadini».
I prossimi appuntamenti in Abruzzo prima dell’assemblea nazionale del 22 dicembre, sono: sabato 15- ore 16:30 -presso il centro servizi per il volontariato in Via Ortona, località Olmo di Riccio – Lanciano; Domenica 16 - ore 15.00 - presso la sala conferenze del Centro Servizi del Volontariato CSV in via Saragat a L’Aquila; Lunedì 17 alle ore 17 presso la sala pro-loco di Borgo Incile, Avezzano; Giovedì 20 Dicembre - Ore 20.30 -Presso "Spazio Matta" (Ex- Mattatoio) Via Gran Sasso – Pescara; Giovedì 20 ore 17:00 presso Provincia di Chieti.