TASSE

Dichiarazioni Imu, arriva lo slittamento: data ultima 4 febbraio

Per l’ultima rata il termine è il 17 dicembre

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3824

Dichiarazioni Imu, arriva lo slittamento: data ultima 4 febbraio
ABRUZZO. E’ confermato: il Governo ha concesso uno slittamento per la presentazione delle denunce Imu che dovranno essere depositate entro il prossimo 4 febbraio 2013 anziché il 30 novembre.


Le denunce Imu sono un obbligo normativo per tutti coloro che usufruiranno di una qualunque delle aliquote agevolate approvate dal Consiglio comunale di Pescara, ovvero, tra gli altri, i contribuenti che beneficiano dell’agevolazione al 3 per mille in quanto hanno un mutuo ipotecario, o 7,6 per mille per locali per uso artigianale o commerciale.
Ovviamente la terza o seconda e ultima rata dell’Imu andrà sempre pagata entro il prossimo 17 dicembre.
Inizialmente la scadenza per la presentazione delle denunce dell’Imu era del 30 novembre ma mercoledì, come previsto e preannunciato nei giorni scorsi, è stata concessa la proroga della scadenza al 4 febbraio 2013 per un emendamento al Decreto sugli Enti locali già approvato dalla Camera e dal Senato e ora convertito in Legge.
Ma chi deve presentare la denuncia Imu?
L'obbligo di dichiarazione sorge nei casi in cui siano intervenute variazioni rispetto a quanto risulta dalle dichiarazioni Ici già presentate - si legge nelle istruzioni al modello Imu -, nonché nei casi in cui si siano verificate variazioni che non sono, comunque, conoscibili dal Comune.
La deve presentare anche chi ha cambiato la propria situazione immobiliare (ha comprato, ha venduto, ha ereditato nel 2012; ha cambiato residenza), nel caso in cui l'atto notarile non sia transitato attraverso il mui (modello unico informatico). E poi ancora chi beneficia di riduzioni di imposta (es. immobili degli enti non commerciali), nel caso in cui due coniugi risiedano in distinte abitazioni: la dichiarazione serve a chiarire quale delle due gode delle riduzioni prima casa ed eventuali figli a carico.
La dovranno presentare anche i proprietari degli immobili locati, in quanto alcuni comuni differenziano le aliquote a seconda di abitazioni sfitte o affittate, chi ha acquistato un'area edificabile, gli immobili posseduti dai soggetti ires e i proprietari di case inagibili.