FONDI PUBBLICI

Abruzzo. 7,5 milioni per impianti ed eventi sportivi

Soldi anche chi ha organizzato eventi dal 2010

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1359

piscina
ABRUZZO. . La Linea di Azione 1.3.1.c "Iniziative ed eventi sportivi" del Par Fas Abruzo 2007/2013 - Area Plolicy "Competitività e RSTI" - prevede una disponibilità di risorse pari a circa 14 milioni 835 mila euro.

Si tratta di fondi da utilizzare nel triennio 2012/2014, dei quali 7 milioni 417 mila derivanti dal Fas Abruzzo ed altrettanti a carico dei proponenti e quindi come forma di cofinanziamento obbligatoria. La finalità è quella di promuovere ed incentivare la pratica dello sport, concedendo contributi per la realizzazione o la ristrutturazione di impianti sportivi o per l'organizzazione di iniziative e di eventi sportivi di rilevanza. Ad illustrare lo specifico avviso pubblico, pubblicato ieri sul Bura ordinario, è stato l'assessore al Bilancio ed allo Sport, Carlo Masci, in una conferenza stampa alla quale hanno partecipato il presidente del Coni regionale, Ermano Morelli, i rappresentanti delle federazioni sportive, oltre ai funzionari del Servizio Sport diretto dalla dirigente Mariangela Virno. Ora ci sono trenta giorni di tempo per proporre progetti.
«È un bando molto importante per l'Abruzzo perchè permetterà di immettere sul territorio risorse cospicue, circa 7 milioni e mezzo di euro, per iniziative sportive - ha rimarcato l'assessore -. Inoltre, un motivo di soddisfazione in più è dato dal fatto che siamo riusciti a convincere il CIPE che lo sport è anche sviluppo economico. Nel caso dell'Aquila, - ha proseguito - abbiamo dimostrato che, attraverso lo sport, si fa attività sociale e si può contribuire a ricucire il tessuto connettivo di una città che ha subito traumi pesantissimi. In questo caso, invece, in una regione come l'Abruzzo che vive anche di tante iniziative ed eventi sportivi, creiamo i presupposti per far proliferare un mondo, quello dello sport, che si distingue sempre e riesce a portare nella società valori positivi». 


Nel dettaglio, sono previste tre linee di intervento. La linea A riguarda la ristrutturazione e la realizzazione di impianti sportivi ed è rivolta ai Comuni ricadenti nel territorio regionale ad eccezione di quelli situati nel cratere sismico. La linea B prevede l'organizzazione di iniziative di rilevanza regionale ed venti sportivi di rilevanza extra regionale svolti o da svolgere prevalentemente nel territorio stesso. Infine, la Linea C è relativa alla dotazione di attrezzature per la pratica sportiva dei disabili ed alla dotazione di attrezzature salvavita. Nel primo caso è rivolta a società ed associazioni sportive e ad Enti di promozione sportiva mentre nel secondo caso a Comuni ricadenti nel territorio regionale ad eccezione di quelli situati nel cratere sismico. Per tutte le linee di azione, le iniziative finanziate dovranno essere realizzate e concluse entro e non oltre il termine del 31 dicembre 2015.
«Infatti, una delle particolarità di questo bando - ha spiegato Masci - è che copre un arco temporale di cinque anni che parte dal 2010. Quindi, vi può partecipare anche chi ha organizzato eventi dal 2010 in poi. Si tratta di un bando molto complesso perchè riguarda la concessione di fondi nazionali, benchè provenienti dall'Europa, che seguono un percorso di controllo europeo e che quindi devono rispettare parametri precisi. Inoltre, mi preme sottolineare un'attenzione particolare al mondo della disabilità ed alla tutela della salute». La dotazione finanziaria FAS per il 2012 è pari a 3 milioni 634 mila euro, per il 2013 circa 2 milioni 300 mila euro e per il 2014 circa 1 milione e 500 milla euro. L'importo massimo per soggetto richiedente è pari a 200 mila euro nei cinque anni. Il limite annuale massimo è, invece, pari ad 80 mila euro.