PRELIBATEZZE DA DIFENDERE

Abruzzo. E’ fatta, adesso l’arrosticino ha veramente il marchio

«Così salvaguardiamo la tipicità»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3121

Abruzzo. E’ fatta, adesso l’arrosticino ha veramente il marchio
ABRUZZO. L'arrosticino d'Abruzzo ha il suo marchio.

Dopo l’annuncio delle scorse settimane adesso è realtà. E' stato sottoscritto stamane a Torino, nel corso della nona edizione del Salone Internazionale del Gusto e Terra Madre, il protocollo d'intesa tra la Giunta Regionale - Direzione Agricoltura, l'Associazione Regionale Allevatori (ARA) e l'Accademia dell'Arrosticino d'Abruzzo (ACARB) per l'istituzione del marchio "Buongusto - l'Arrosticino d'Abruzzo".
Lo ha reso noto l'assessore all'Agricoltura, Mauro Febbo, dal Lingotto fiere.
«Arriva la certificazione di qualità per un prodotto inimitabile, testimone d'eccellenza della nostra cultura del cibo, apprezzato in tutto il mondo. In questo modo non solo riusciremo a dare un contributo reale alla promozione e alla valorizzazione ma anche a tutetale l'autenticità dell'arrosticino abruzzese».
Dalle aziende di produzione degli ovini alle tecniche di allevamento, dal trasporto degli animali alla macellazione fino ad arrivare alla preparazione degli arrosticini e loro confezionamento, tutto dovrà seguire una serie di norme volte da un lato alla valorizzazione del patrimonio ovino regionale e dall'altro alla garanzia per il consumatore di mangiare un vero Arrosticino d'Abruzzo.
In base agli standard stabiliti dal disciplinare di produzione, gli arrosticini di qualità sono ottenuti esclusivamente dalla lavorazione di carni di ovini: nati ed allevati in aziende zootecniche registrate e ubicate nel territorio abruzzese; macellati all'interno della stessa zona entro 48 ore dall'uscita dall'allevamento; idonei ad ottenere un prodotto con precise caratteristiche rispondenti alle condizioni e requisiti stabiliti proprio al disciplinare.