Pesce cotto su letto di sale

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

7969

pesce cotto su letto di sale

pesce cotto su letto di sale

LA RICETTA DEL GIORNO. Provatelo è di una facilità incredibile. E’ nato da un passaparola, me ne ha parlato un amico con l’hobby della pesca.

 

Facendo una breve ricerca ho scoperto che è un metodo di cottura antichissimo ma poco diffuso.

Quantità per una bistecchiera media:

1 kg sale grosso marino

2 o 3 pesci da 250/300gr.

 

In cucina con PrimaDanoi.it - Le ricette di NellinaI pescatori cuociono il pesce a bordo delle loro barche così come pescato senza sventrarlo sciacquandolo solo in mare. Se avete un pescatore in famiglia che vi porta pesce appena pescato potete fare così anche voi. Per chi non ha questa fortuna, ma lo acquista, deve eliminare le interiora perché si deteriorano all’aria dopo poche ore. Le squame invece non vanno tolte perché in cottura la pelle con le squame formerà una crosta che imprigionerà gli umori del pesce lasciando la sua polpa succosa e saporita. Questo metodo è indicato per qualsiasi tipo di pesce: sarago, spigola, orata, dentice, salmone o pezzature più piccole come triglie, occhiate. Sventrare e sciacquare il pesce senza togliere le squame. Porre sul gas una bistecchiera, un mio consiglio utile e pratico, per evitare la formazione di incrostazioni difficili da pulire in seguito, è quello di rivestire il fondo con carta di alluminio, cospargere sopra uno strato di sale grosso, alto almeno un dito, in modo da coprire tutta la base. Per non fare spargere l’odore per tutta casa poggiare in un angolo un pezzo di pane imbevuto di aceto o mezzo limone.

pesce cotto su letto di sale

Lasciare scaldare il sale per 5’ poi adagiare il pesce. La cottura deve avvenire così senza coperchio e bisogna calcolare 8/10’ per lato, i tempi dipendono dalla pezzatura piccola o grande. Attenzione perché il sale tende a scoppiettare saltando fuori dalla bistecchiera. Quando il pesce sarà cotto spinarlo e pulirlo sarà facilissimo. Si procede togliendo la pelle con le squame che verrà via facilmente e tutta insieme, poi si apre e si elimina la lisca centrale trasferendo i filetti spinati sul piatto da portata. Si può gustare senza aggiungere nulla, così al naturale con tutto il suo profumo di mare, o condire con un filo di olio extravergine. Ovviamente niente sale perché il letto su cui cuoce trasferisce al pesce la giusta salinità.

Buon appetito, Nellina.

 

*** TUTTE LE RICETTE DI NELLINA***

 

PrimaDaNoi.it - A tavola