LA RICETTA DEL GIORNO

CONIGLIO ALL’ISCHITANA RIVISITATO ALL’ABRUZZESE

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

649

CONIGLIO ALL’ISCHITANA RIVISITATO ALL’ABRUZZESE



Non avendo il coniglio da fossa e non avendo il vino Biancolella ingredienti eccellenti del territorio ischitano ho deciso di cucinare la stessa ricetta con prodotti abruzzesi: coniglio locale, vino trebbiano d’Abruzzo ed aglio rosso di Sulmona.

 

Per 4 persone:

1,500gr. coniglio

1 testa intera aglio Sulmona

1l. vino trebbiano d’Abruzzo

1 peperoncino

Sale

6 cucchiai olio extv.

6 pomodorini pachino o datterini

prezzemolo

 

 

Il coniglio da fossa una volta viveva libero nell’isola di Ischia scavando dei fossi nel terreno dove crescevano e si moltiplicavano. La carne era selvatica e saporita ed era il piatto prelibato presente ogni domenica in tutte le famiglie. Oggi è quasi scomparso.

La caratteristica di questa ricetta è l’abbondanza di aglio, se ne pone al centro del tegame una testa intera ma i non amanti dell’aglio non devono spaventarsi perché alla fine non si avvertirà. Acquistare un coniglio di buona qualità dal vostro macellaio di fiducia o ancora meglio da un contadino che li alleva. Una volta la carne si teneva immersa in acqua fredda per una notte intera per togliere il sapore di selvatico, oggi i conigli vengono allevati nelle gabbie pertanto non è più necessario.

Lavare il coniglio tagliarlo a pezzi e lasciarlo macerare per un’ora nel vino bianco, tenendone da parte un bicchiere. Scolare ed asciugare, rosolare inizialmente in padella con l’olio, successivamente trasferire il tutto, se possibile, in una ciotola di coccio aggiungendo il peperoncino, il sale ed il vino bianco tenuto da parte e la testa d’aglio posta al centro. Cuocere per circa 20’ a fuoco moderato. Verso fine cottura unire i pomodorini spegnere quando tutta la parte  acquosa si sarà assorbita e servire con prezzemolo tritato.

Buon appetito, Nellina.