ROAST BEEF

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6663

ROAST BEEF
Diffusissimo nella nostra nazione anche se è un tipico piatto della tradizione inglese. “Roast beef” tradotto significa “arrosto di manzo”.

 La cottura è breve perché la sua caratteristica è di essere servito ben rosolato all’esterno ma rosa all’interno.


Per 4 persone
1 kg lombata, girello o fesa
3 cucchiai olio extv.
30 gr. burro
½ bicchiere vino rosso
½ bicchiere acqua
1 dado da brodo, pepe, aglio e rosmarino


Acquistare dal macellaio il pezzo di carne adatto per questa preparazione e farlo legare affinché conservi in cottura la sua forma. Massaggiare la carne con un po’ di olio. Nel frattempo accendere il forno a 250°. In una pirofila da forno riscaldare l’olio rimasto ed il burro. Poi unire la carne. Per un buon risultato bisogna osservare alcune regole. La carne non deve perdere i suoi succhi altrimenti diventa dura. Quindi per far chiudere i pori, appena messa in pentola, deve rosolare velocemente 2’ per lato, a fuoco alto, e rigirata non con la forchetta ma con una paletta di legno, per evitare di punzecchiarla. Quando tutti i lati sono ben rosolati versare non sopra ma all’angolo della pirofila il vino rosso. Lasciare evaporare, unire un dado da brodo sciolto in mezzo bicchiere di acqua. Se piace profumato aggiungere un aglio vestito, un rametto di rosmarino e pepe in grani. Passare nel forno preriscaldato. Di regola bastano 25’ per chilo di carne per avere il roast beef rosato all’interno, prolungare di 5’ o 10’ se si preferisce cotto. Per verificare la cottura infilzare uno spiedino nella carne se il succo che fuoriesce è rosso chiaro è rosa all’interno se tende al marrone è ben cotto. Durante la cottura irrorare di tanto in tanto con il suo sugo. Tolto dal forno, coprire con carta stagnola il tegame e lasciare intiepidire. Affettare sottilmente e servire irrorato con il fondo di cottura filtrato.
Buon appetito, Nellina.