LA RICETTA DEL GIORNO

FIADONI ABRUZZESI

LA RICETTA DEL GIORNO. Si preparano per le feste pasquali, ma anche in altre ricorrenze.

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

20325

FIADONI ABRUZZESI
Rustici al formaggio tipici della cucina abruzzese, prendono il nome dal “fiato” che eruttano dall’incisione praticata prima di infornare.
Pasta:
1 kg. farina
100 gr. zucchero
½ bicchiere di olio o strutto
½ bicchiere di latte
5 uova + 1 da spennellare
½ limone (succo e buccia gratt.)
1 pizzico sale, 1 cucchiaino e mezzo di lievito per dolci.
Ripieno:
170 gr. formaggio grana gratt.
170 gr. formaggio nostrano di mucca semistagionato gratt.(o rigatino)
170 gr. caciotta semist. abruzzese di pecora gratt. (o fior di monte)
10 uova,
½ cucchiaino di zucchero,
100 gr. maizena e 50 gr. farina 00,
1 pizzico di cannella, noce moscata, pepe,
2 bustine lievito per dolci.

Preparare la pasta amalgamando alla farina tutti gli ingredienti, lavorare l’impasto fino a diventare liscio ed omogeneo. Lasciare riposare 30’ coperto con pellicola.
Per il ripieno montare prima i tuorli con le farine, il pizzico di cannella, la noce moscata, lo zucchero ed il pepe. Unire il formaggio ed incorporare a cucchiaiate delicatamente gli albumi montati a neve. Per ultimo aggiungere il lievito senza rimestare troppo. L’impasto deve essere duro, inserendo un cucchiaio deve restare in piedi.
Stendere la pasta con la macchinetta fino alla penultima tacca, porre il ripieno a mucchietti sulla striscia di pasta, piegare la sfoglia sulla farcia e tagliare con la rondella la forma classica del raviolo a semiluna. Spennellare con l’uovo e praticare su ogni fiadone con le forbici un’incisione da cui in cottura erutterà il “fiato”, da cui il nome. Infornare a 180° x 15’. Servire tiepidi.
I fiadoni si possono preparare e surgelare crudi, poi all’occorrenza prelevare il quantitativo necessario ed infornare dopo averli scongelati.
Buon appetito, Nellina.