LA RICETTA DEL GIORNO

“LUI E LEI” I CONFETTI DECORATI DI NELLINA

LA RICETTA "SPECIALE" DEL GIORNO. Giovani, adulti o anziani San Valentino è la festa di tutti gli innamorati.

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

12005

 “LUI E LEI” I CONFETTI DECORATI DI NELLINA
Per rendere le vostre feste più chic? Un confetto decorato per ogni occasione.
Pasta di zucchero
450gr. zucchero a velo
70gr. miele
5gr. gelatina in fogli (2 fogli e mezzo)
30gr. di acqua
16gr. di burro
Coloranti in polvere, in gel o liquidi.

Nei negozi specializzati la pasta di zucchero si può acquistare già pronta sia bianca che colorata ma non è difficile prepararla in casa. Complicate risulteranno le decorazioni se non si ha pazienza e manualità. In un pentolino fare ammorbidire la colla di pesce nell’acqua, quando avrà assorbito tutta l’acqua unire burro e miele e fare sciogliere a bagnomaria, senza fare mai bollire. Versare il composto in una ciotola in cui è stato messo lo zucchero ed amalgamare fino a formare una palla poi trasferirla sulla spianatoia, spolverizzata con zucchero a velo, ed impastare fino ad ottenere un panetto liscio. Per colorare la pasta si possono adoperare i coloranti in polvere, in gel o liquidi. Per ottenere colori decisi è preferibile adoperare quelli in polvere.
Ottenuti i panetti colorati possiamo sbizzarrirci con la fantasia creando soggetti per ogni circostanza. 

Regole generali:
Chi si accinge per la prima volta a questo tipo di preparazione deve inoltre sapere che:
- lo zucchero a velo va acquistato e non frullato in casa e non deve essere vanigliato;
- quando si modella la pasta le mani devono essere sempre spolverate con zucchero a velo;
- durante la lavorazione utilizzare zucchero a velo come se fosse farina;
- la pasta di zucchero può essere usata subito;
- va conservata avvolta nella pellicola o in una bustina per alimenti a temperatura ambiente e mai in frigo;
- le varie parti che compongono l’oggetto si attaccano facilmente tra loro, se l’assemblaggio risulta difficile spennellare con acqua o bianco d’uovo;
- la pasta non utilizzata si conserva per diverso tempo, se dovesse indurire basta lavorarla con le mani umide.
Buon appetito, Nellina.