Pesche dolci

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

8012

Pesche dolci
LA RICETTA DEL GIORNO. Questi dolcini tanto carini quanto buoni sono una specialità abruzzese, sembrano delle vere pesche appena staccate dall’albero.

Due calottine ripiene di crema, nutella o marmellata intinte con alkermes e rotolate nello zucchero, decorate con due foglioline di menta ed un chiodo di garofano.

 

Ingredienti:

500gr. farina 00
200 gr di zucchero
200 gr di burro

3 uova
1 bustina di lievito per dolci

1 bustina vanillina

buccia di limone gratt.

gusci noci q.b.

Per decorare:

200gr. zucchero semolato

alkermes q.b.

foglioline menta fresca

chiodi garofano

L’involucro esterno si può preparare con largo anticipo conservandolo in scatole di latta. L’assemblaggio meglio farlo il giorno prima di consumare per assaporare il dolce morbido come una pesca matura. Miscelare farina, lievito, zucchero, vanillina e buccia di limone grattugiata. Unire il burro a temperatura ambiente a pezzetti, dopo averlo amalgamato unire le uova. Ricavare dalla pasta tante palline, appoggiare ogni pallina su mezzo guscio di noce in modo tale da ottenere cuocendo una calotta vuota al suo interno. In mancanza delle noci le palline si infornano e dopo sfornate si asporta parte della pasta con un coltellino creando la cavità in cui mettere il ripieno. Sistemare i biscotti in una teglia rivestita con carta forno ed infornare, in forno preriscaldato, a 180° per 10’. Per estrarre il guscio di noce senza rompere la calottina, lasciare raffreddare completamente, incidere con un coltellino la pasta intorno al guscio e staccare delicatamente. Per farcire si adopera crema, nutella o marmellata.  Una volta riempite unirle a due a due. Con un pennellino intinto nell’alkermes bagnare la superficie delle pesche e rotolarle nello zucchero. Per renderle più somiglianti possibili al frutto che ha le guance più rosse rispetto al resto ripassare il pennellino solo al centro. Poggiare ogni pesca in un pirottino di carta, completare infilzando al centro un chiodo di garofano e due foglioline di menta fresca, in mancanza vanno bene anche quelle di ostia che si trovano in commercio.

 Buon appetito, Nellina.