Baccalà fritto

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6387

BACCALA' FRITTO

BACCALA' FRITTO

 LA RICETTA DEL GIORNO. La vigilia di Natale che vigilia è senza baccalà? Non deve assolutamente mancare o nello spuntino di mezzogiorno o nel menù del cenone.

 

Per 4 persone:

1 kg. filettone di baccalà ammollato

Farina q.b. (o preparato per impanatura)

Olio extv. per friggere

Pepe

Per ottenere una perfetta rosolatura con una crosta spessa e croccante procedere in questo modo:

mettere sul fuoco una padella antiaderente con abbondante olio extv., tagliare a pezzi il baccalà, i pezzi non vanno infarinati contemporaneamente ma uno per volta e solo al momento di immergerli nell’olio,   ogni pezzo va infarinato una prima volta poi passato brevemente in una ciotola con acqua o latte ed infarinato di nuovo, questo per creare una doppia infarinatura, immergere nell’olio bollente ma non fumante pochi pezzi per volta per non fare abbassare la temperatura dell’olio, diversamente la troppa umidità lascerebbe molliccia e non croccante la crosta, ogni pezzo va immerso nell’olio poggiando la parte senza pelle sul fondo e lasciando a vista quella con la pelle, in questo modo si rosola prima la parte meno protetta che altrimenti si sfalderebbe in cottura, rosolare ogni lato girandoli delicatamente, man mano poggiare i pezzi fritti su carta assorbente a perdere l’unto in eccesso.

Servire caldo con una spolverata di pepe. Per contorno scarola riccia condita con pezzetti di acciuga, aglio ed olio oppure cavoli calabresi lessati conditi con olio e limone.

 Buon appetito, Nellina.