giovedì 18 dicembre 2014

visite:

160.999.992

LA RICETTA DEL GIORNO

SPAGHETTI CON LE VONGOLE

LA RICETTA DEL GIORNO. C'è un segreto per la buona riuscita di questo piatto che può essere semplice ma...

 SPAGHETTI CON LE VONGOLE
Il segreto dell’ottima riuscita di questo piatto così gustoso è in quel tocchettino di burro che permetterà al sugo di restare attaccato alla pasta senza scivolare via. Acquistare vongole nostrane vive ed utilizzarne due tipi diversi dà al piatto un sapore in più.
Per 4 persone:
350 gr. spaghetti
prezzemolo, pepe, 3 spicchi di aglio
10 cucchiai di olio extv.
1 kg di vongole (lupini e veraci nostrane)
1 nocciolina di burro.
Attenzione: il sale non va messo quando utilizziamo il liquido dei frutti di mare, si aggiunge alla fine solo se necessario.

 Le vongole dopo l’acquisto vanno messe in un recipiente basso con poca acqua e sale, meglio se acqua di mare, a spurgare per almeno 3 ore. Vanno poi ben sciacquate e messe, senza acqua, sul fuoco in un tegame coperto. Appena il calore le avrà fatte aprire, sgusciarle, lasciandone una parte con il guscio per guarnire, conservando il liquido che hanno rilasciato. Le vongole potrebbero essere aggiunte chiuse direttamente nell’olio caldo ma, per evitare irreparabili sgradite sorprese (sabbia), vi consiglio di procedere come detto sopra. In un wok o padella antiaderente capiente mettere l’olio e l’aglio. Appena si sarà imbiondito unire l’acqua delle vongole filtrata, dopo 3’ anche i molluschi sgusciati ed una parte di prezzemolo tritato. Versare nel sugo la pasta cotta al dente ed una piccola nocciolina di burro. Saltare il tutto per un minuto e servire con prezzemolo, pepe, aglio tritato e vongole con guscio.

N.B. Imparare a riconoscere le vongole è facile. In commercio ci sono i lupini, dette anche vongole dei poveri, le vongole veraci e le vongole di allevamento provenienti dalle Filippine. Per riconoscerle sappiate che le prime messe in acqua di mare aprendosi non hanno le corna o sifoni, le seconde hanno i due tubicini completamente separati e le terze hanno i sifoni uniti per il primo tratto e separati solo all’estremità.
Buon appetito, Nellina.

Letture

11789

09/03/2012 - 10:05

Commenti

1

10/03/2012 20:20

Postato da gazzella2010

Ma che burro e burro! Per amalgamare gli spaghetti con l'acqua delle vongole bisogna inserire in quest'ultima un po' di acqua di cottura della pasta. Più sano e genuino.

La Redazione

Tel: 328 329 0550

Fax: 06 233 125 63

Skype: Donlisander