SANITA'

Sanità, i numeri da brivido delle liste d’attesa dell’Asl aquilana

Mettersi in fila e attendere: tutti i numeri dell’azienda sanitaria 1

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

527


L’AQUILA. Quelle delle liste d’attesa è una piaga che tutti i cittadini ben conoscono. Un problema che più volte, e a scadenze fisse, la politica si ripromette di risolvere.

Ma sta di fatto che la vita quotidiana di chi deve sottoporsi ad un controllo specialistico può diventare un inferno. Tempi lunghissimi e in alcuni casi rivolgersi ad un privato resta la soluzione preferibile per chi ha un problema imminente.

Si tratta di quelle visite spesso ordinate dal medico curante che potrebbero essere molto utili a prevenire malattie più gravi o a diagnosticare per tempo patologie.

Consultando il portale del cup dell’Asl 1 Avezzano, Sulmona,  L’Aquila,  si può ben comprendere, attraverso i freddi numeri, quanto si debba penare per una prenotazione ‘programmata’, ovvero non di tipo urgente (U), che comunque deve essere garantita entro i 3 giorni o breve, da fare entro i 10 giorni.

Ma se le liste d'attesa sono così lunghe anche la tanto sbandierata pervenzione se ne va a quel paese e diventa impossibile eppure davvero sarebbe "meglio prevenire che curare", meglio per il paziente e meglio per le casse pubbliche.

Sta di fatto che se ci si vuol rivolgere ad una struttura pubbblica i tempi sono questi.

Per una biopsia dell'intestino crasso, ad esempio,  bisogna aspettare 7 giorni per farla all'ospedale di Avezzano,  56 giorni all'ospedale di Castel di Sangro,  57 al San Salvatore dell'Aquila  e addirittura 100 giorni (oltre 3 mesi) per poterla eseguire all'ospedale dell'Annunziata di Sulmona.  

Per un elettrocardiogramma i tempi di attesa non sono altissimi:  appena tre giorni per poterlo fare all'ospedale di Tagliacozzo,  9 giorni al distretto sanitario di Paganica,  10 giorni all'ospedale di Castel di Sangro.


I tempi si dilatano, però, se si vuole svolgere l'esame all'ospedale di Avezzano: servono 35 giorni di attesa ovvero un mese e una settimana. L'attesa cresce ancora per chi non vuole spostarsi, ad esempio, da Celano: al distretto sanitario bisogna aspettare 49 giorni.

Ma il ricordo negativo spetta all'ospedale del capoluogo:  al San Salvatore, infatti, per un elettrocardiogramma bisogna aspettare ben 125 giorni ovvero oltre 4 mesi.

Serve molta pazienza anche per sottoporsi a una ecografia dell'addome completo:  85 giorni di attesa a Tagliacozzo presso l'ospedale cittadino,  140 giorni (4 mesi e mezzo) all'ospedale di Castel di Sangro,  157 giorni al San Salvatore dell'Aquila,  e ben 195 giorni (6 mesi e mezzo) all' ospedale di Sulmona.

Per una ecografia ginecologica bisogna aspettare 15 giorni a Castel di Sangro e 85 giorni a Tagliacozzo.


Per una mammografia, invece, uno degli esami a cui si sottopongono sempre più donne intenzionate a fare prevenzione,  la prenotazione on line del cup permette solo  la prenotazione  all'ospedale di Sulmona e ci vogliono 322 giorni di attesa, poco meno di un anno.

Ma i casi di attese lunghe sono ancora tanti. Per una tac all'addome o cerebrale, per esempio, all'ospedale dell'Aquila si aspettano 4 mesi e mezzo e per la precisione 136 giorni.  

Per una visita cardiologica si aspettano tre giorni a Tagliacozzo ma ben 125 giorni a L'Aquila.

In mezzo a tutta un'altra serie di opportunità che vanno dai 9 giorni del distretto sanitario di Paganica, ai 10 giorni all'ospedale di Castel di Sangro,  passando dai 13 giorni al distretto sanitario di Rocca di Mezzo,  14 giorni all'ospedale di Sulmona,  64 giorni di attesa di Pescina e i 71 giorni al distretto sanitario di Carsoli.


Lunga attesa anche per una visita dermatologica: 104 giorni al San Salvatore, 56 al distretto di base di Civitella Roveto.

Il record negativo aspetta probabilmente ai tempi di attesa per una visita endocrinologica:  111 giorni al San Salvatore dell'Aquila (più di 3 mesi),  127 giorni all'ospedale di Tagliacozzo,  210 giorni (ovvero ben 7 mesi) al distretto sanitario di Celano e ben 276 giorni (9 mesi) a Pescina.

Per una visita gastroenterologica servono 29 giorni di attesa a L'Aquila, 50 ad Avezzano e 56 a Castel di Sangro.  Per una visita ginecologica occorrono 15 giorni a Castel di Sangro, 30 giorni ad Avezzano, 66 giorni a L'Aquila e ben 148 giorni (quasi 5 mesi) a Sulmona .

C'è molto da aspettare anche per una visita neurologica che in nessun posto viene garantita prima di un mese: 31 giorni al distretto sanitario di Castel di Sangro sono un record positivo, ma ci sono anche i 62 giorni di attesa all’ospedale di Sulmona, i 66 nel distretto sanitario di Avezzano, 84 all'ospedale di L'Aquila, 126 al presidio territoriale di Tagliacozzo . Maglia nera al distretto sanitario di base di Celano dove bisogna aspettare 124 giorni.


E cosa dire di un semplice esame della vista? Per effettuarla all’ospedale de L’Aquila bisogna aspettare 111 (quasi 4 mesi), va meglio a Sulmona dove ne bastano 83. Ma per fortuna ci sono anche esempi virtuosi  come ad esempio Castel Di Sangro dove basta 1 giorno di attesa, i 3 giorni al distretto di Avezzano o i 9 al presidio territoriale di Tagliacozzo. Una visita oncologica, invece, risulta prenotabile soltanto all'ospedale dell'Aquila ma per fortuna basterà aspettare un solo giorno.

Non si può dire lo stesso per le visite ortopediche:  due mesi di attesa al San Salvatore dell'Aquila, tre mesi di attesa all'ospedale di Castel Di Sangro, 122 giorni di attesa all'ospedale di Sulmona.

Lunga attesa anche per una visita urologica:  59 giorni a Pescina, 74 giorni all'ospedale di Avezzano, 91 giorni all'ospedale dell'Aquila e ben  140 giorni all'ospedale di Sulmona.